Tartufo Siciliano: nasce ad Enna l’Associazione Tartufai italiani – Regione Sicilia

di Giuseppe Consiglio

In pochi sanno che la Sicilia è terra di tartufo. Il sottosuolo dell’Isola, ricchissimo del preziosissimo prodotto, fa della Sicilia una delle regioni a maggior vocazione tartufigena d’Italia. Eppure, quello che potrebbe esser un importante settore in grado di tracciare un sentiero di crescita economica e benessere, è stato incredibilmente trascurato e sottovalutato.

È proprio dalla volontà dei tartufai Siciliani di coordinarsi tra loro nell’ottica di attivare tutte le azioni finalizzate a tutelare il patrimonio tartufigeno dell’Isola che in data 26 maggio 2019, si è costituita l’Associazione Regionale dei Tartufai Siciliani con la denominazione Associazione Nazionale Tartufai Italiani – Regione Sicilia.

A darne l’annuncio è stato il direttivo regionale eletto dai soci presenti a Villarosa (Enna) dopo aver convocato una riunione costituente aperta a tutti. Al termine della riunione i tesserati soci dell’associazione hanno eletto alla carica di presidente Fernando Prestifilippo, come vicepresidente Francesco Paolo Dell’Aria, segretaria Vita Maria Rotolo, tesoriere Francesco Scrofani. Completano l’organico i consiglieri Bartolo Casabona, Adriano Arcidiacono e Steccato Vattume Giuseppe.

L’associazione chiederà di essere riconosciuta come sede Regionale siciliana dall’Associazione Nazionale Tartufai Italiani con sedi in moltissime regioni tartufigene dello stivale.

È stata da subito lanciata una campagna di adesione e tesseramento per dare più forza alle proposte del sodalizio, a partire dalla convocazione di un primo incontro urgente con il Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Gianfranco Miccichè con l’obiettivo di approvare in tempi brevi una legge regionale sulla raccolta, coltivazione e commercializzazione del tartufo anche in considerazione del vulnus legislativo che vede impossibilitati i tartufai siciliani a mettersi in regola con le imposte (in particolare l’IRPEF) tramite il modello F24 Elide, come previsto dalla legge di bilancio 2019.

L’Associazione intende collaborare con gli assessorati competenti e chiede di costituire un tavolo di Filiera del “Tartufo Siciliano” non solo al fine di promuovere e valorizzare il prodotto, ma anche per avviare i corsi di formazione necessari a sostenere l’esame obbligatorio per conseguire il tesserino di tartufaio.

L’associazione Nazionale Tartufai Italiani – Regione Sicilia ha sede legale presso C/da Santa Maria n.8 Capizzi (ME).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.