Le Arance Rosse di Sicilia conquistano la Cina

di Giuseppe Consiglio

Era il 16 maggio 2017 quando il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali annunciava la conclusione del negoziato relativo all’apertura del mercato cinese agli agrumi italiani. La sottoscrizione del Protocollo d’Intesa segnava un fondamentale passo in avanti per l’agrumicoltura italiana e siciliana che veniva finalmente messa in condizione di approcciare un mercato dalle enormi potenzialità come quello cinese. A meno di due anni da quell’annuncio, il primo carico di arance siciliane è finalmente sbarcato in Cina: qualità Moro e Tarocco. Due container di circa 12 metri da 40 tonnellate. Partite a fine gennaio da Catania, le arance siciliane sono giunte a Ningbo nello Zhejiang lungo la via della Seta marittima, e proprio a Ningbo, il 23 marzo, si è tenuta la cerimonia inaugurale della nuova rotta commerciale nelle stesse ore in cui il presidente cinese Xi Jinping era in visita in Italia per la firma del Memorandum d’Intesa tra Italia e Cina. Tra i 19 accordi sottoscritti a Roma è presente anche quello inerente ai requisiti fitosanitari per l’esportazione di agrumi freschi dall’Italia siglato dal Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali e del turismo Gian Marco Centinaio e dall’Amministratore Generale delle Dogane della Repubblica Popolare Cinese, l’Ambasciatore Li Ruiyn.

Il 28 marzo le arance rosse di Sicilia sono state protagoniste di un business meeting a Shanghai al Jinxiu DongJiao Industrial Park. L’incontro ha avuto la finalità di ampliare la conoscenza del prodotto sui mercati e promuoverne la diffusione. A distribuire le arance rosse di Sicilia sarà la più grande piattaforma e-commerce cinese, Alibaba, con il supporto del Mipaaft e del Distretto Agrumi di Sicilia. Il prodotto è stato posizionato su una fascia di mercato di alta qualità, di tipo premium.

La distribuzione avverrà nelle prime fasi attraverso Mr Fresh di Tmall, una piattaforma on-line di scambio commerciale tra produttori e consumatori, attualmente attiva in Cina, Hong Kong, Taiwan e Macao, con accesso a produttori internazionali e che conta oltre 600 milioni di consumatori e Freshippo, catena di supermercati New Retail del gruppo Alibaba. Le prime spedizioni, effettuate via nave e via aereo, avranno lo scopo di testare il vettore più adatto al trasporto delle arance ed in particolare quello che sia in grado di preservarne al meglio l’alta qualità. Ed infatti per il 2 aprile è atteso a Pechino il primo carico di arance rosse trasportate via aereo su un volo cargo.

La nuova rotta commerciale verso l’estremo oriente, lascia intravedere dunque nuove ed incoraggianti prospettive ed opportunità di sviluppo per tutto il comparto della produzione agrumicola siciliana.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.