Organizzare le comunità

Si è svolto a Catania, presso la sede di Cittàinsieme, il seminario organizzato dall’associazione VIVISIMETO di Paternò e tenuto da Wade Rathke sul tema “Organizzare le Comunità – le strategie per la costruzione di cittadinanza attiva”.

La finalità del Seminario era quella di  sviluppare la capacità di organizzazione e mobilitazione della società civile per chi intende promuovere la partecipazione dei cittadini sui temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale e nei processi decisionali istituzionali.  In presenza di Istituzioni sempre più autoreferenziali e distanti dai bisogni reali dei cittadini, esclusi dalla partecipazione alle scelte che riguardano la propria vita e coinvolti solo come consumatori o elettori, le indicazioni scaturite sono state  particolarmente importanti particolarmente per la Sicilia dove  ci troviamo di fronte ad un forte scollamento tra una distorta visione “istituzionale” dello sviluppo del territorio e la comune consapevolezza di vivere in un terra ricca di risorse naturali, storico-archeologiche, culturali e anche di potenziali energie produttive che vorrebbero valorizzarle.

Il relatore ha avviato la rua relazione con la considerazione che per costruire un futuro migliore, in ogni città sono sorti associazioni, comitati, movimenti, che  malgrado la gratuità dell’impegno e la grande profusione di tempo e di energie, riescono soltanto a conseguire risultati parziali a livello locale. Rathke ha poi sottolineato  l’esigenza di realizzare una rete che colleghi e organizzi le diverse esperienze; questa modalità, avvertita anche da altre realtà, rappresenta l’unica possibilità per raggiungere quella “massa critica” necessaria a determinare un vero cambiamento in termini di esigibilità dei propri diritti e di miglioramento della qualità della vita. Dopo un  vivace dibattito Mauro Mangano, candidato Sindaco al Comune di Paternò nelle prossime amministrative, ha chiuso i lavori del Seminario.

Wade Rathke è stato fondatore, nel 1970, della più grande organizzazione di comunità di base degli Stati Uniti, ACORN (Associations of Community Organizations for Reform Now), la quale conta più di 400.000 famiglie che si sono associate in più di 1200 comitati di base in 110 città degli USA, sviluppando tecniche e capacità di mobilitazione sociale per la difesa dei diritti civili nei quartieri e nelle aree più degradate e marginalizzate dal capitalismo globale. ACORN ha determinato migliaia di provvedimenti istituzionali e di accordi pubblico-privato nell’interesse dei suoi associati attraverso sofisticate tecniche che combinano la mobilitazione, la consulenza legale e la negoziazione. Dopo più di trent’anni come responsabile di ACORN, Wade Rathke ha fondato, e dirige oggi, una divisione internazionale dell’associazione, ACORN International, finalizzata alla condivisione di esperienze di “community organizing” fra i diversi paesi del mondo per il globale miglioramento delle condizioni di vita delle persone storicamente marginalizzate dai sistemi di potere che hanno in mano i nostri sistemi democratici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.