Internazionalizzazione delle imprese: missione ICE in Giappone

di Giuseppe Consiglio

Si svolgerà tra il 10 e il 14 novembre 2019 la missione imprenditoriale promossa dall’ICE, in collaborazione con Confindustria ed il Ministero dello Sviluppo economico, che farà tappa a Tokyo e Osaka. L’iniziativa è rivolta alle PMI Italiane ed ha come obiettivo quello di sostenere la penetrazione commerciale in Giappone dei prodotti Made in Italy di alta gamma e di livello premium.

Le focus area della missione saranno la moda total look donna e l’agroalimentare.

Relativamente al settore agroalimentare, i prodotti che su cui verrà incentrata la missione sono: pasta, pane, cereali, farine, prodotti da forno; salumi; formaggi; olio d’oliva; zuccheri, marmellate, miele; vegetali e frutta trasformata e conservata in scatola, sottolio, sottaceti, salse; prodotti ittici trasformati e conservati; dolci, snack, caffè.

Con l’entrata in vigore, l’1 febbraio 2019, dell’accordo di partenariato economico tra Unione Europea e Giappone, molti prodotti possono finalmente usufruire di una quasi totale rimozione dei dazi doganali , permettendo ai consumatori europei e nipponici di beneficiare dei vantaggi legati ad una delle più grandi aree di libero scambio del mondo. Un accordo dal valore di 58 miliardi di euro, relativamente ai beni, e di 28 miliardi sui servizi. 

Quello dell’agrifood è certamente il settore che più di tutti potrà beneficiare dell’abolizione delle tariffe doganali giapponesi (che arrivavano, a pieno regime, anche al 97%), in particolare su vino, carni e formaggi, con un risparmio di oltre un miliardo di euro per le imprese europee e il consolidamento delle tutele di oltre 200 prodotti europei in Giappone. Attualmente l’Italia si colloca solo al diciassettesimo posto tra i paesi fornitori di prodotti alimentare del Paese del Sol Levante.  

Oltre 40 prodotti italiani di alta qualità verranno riconosciuti e tutelati in Giappone.

Le richieste di adesione all’iniziativa devono essere inviate entro il 13 settembre 2019. L’ICE ha inoltre predisposto un vademecum in cui vengono riportate le informazioni principali sulle abitudini alimentari giapponesi, le normative sulle etichettature e le linee guida su marketing e formati dei prodotti venduti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.