Un successo senza precedenti per “L’Ora della Terra”

E’ partita e dopo un giorno è tornata nelle isole del Pacifico, stavolta l’isola di Raratonga, la maratona globale di spegnimenti per l’Ora della Terra. Un successo senza precedenti che ha toccato cifre record: un miliardo di persone, 134 paesi, tutti i continenti compresa la stazione Antartica, le principali icone di tutto il mondo si sono spente per un’ora, attraversando tutti i fusi orari, per celebrare l’Ora della Terra, organizzata dal WWF per un impegno globale concreto di sostenibilità. Spente le luci dalle alture più famose del mondo, come il Macchu Picchu in Perù, alle Cascate del Niagara, dalla Muraglia cinese ai 4 grattacieli più alti del mondo, dall’Acropoli di Atene al Colosseo e le fontane barocche di Piazza Navona a Roma.

Hanno animato l’evento in quasi tutte le città anche giochi e spettacoli nelle piazze e persino gare di bicicletta per alimentare a energia ‘alternativa’ spettacoli come quello dell’Alberto Hall di Londra o nell’Energiatehdas (Fattoria dell’energia) in Finlandia a 8 gradi sotto zero! L’evento in molte città infatti non è durato solo un’ora: tante le manifestazioni, le animazioni, gli spettacoli organizzati nelle piazze di tutto il mondo dal WWF per coinvolgere e vivere insieme ai cittadini un grande momento globale e sensibilizzare con banchetti informativi su tutte le azioni possibili per ridurre il nostro impatto sul pianeta.

In tutto il mondo Earth Hour è stata accolto da una comunità globale di ogni razza, cultura, età e realtà economica del mondo impegnata concretamente per un pianeta più pulito e sicuro.

Uno dei luoghi più ‘affollati’ di questa edizione è stato senza dubbio quello dei Social Media: Facebook, Flickr, Twitter e anche Myspace arricchito dalle musiche degli ambasciatori del mondo di tutte le edizioni Earth Hour come i Temper Trap, Tom Jones, Nelly Furtado, Alanis Morissette e i Coldplay. In Italia oltre 7.000 le adesioni sul sito del WWF, boom sui Social media con oltre 50.000 fan italiani su facebook

“L’evento ha dimostrato senza dubbio cosa è realmente possibile fare quando le persone sono unite da un obiettivo comune – ha dichiarato Stefano Leoni, Presidente del WWF Italia – Il WWF vuole ringraziare sentitamente tutti coloro che hanno partecipato, cittadini, testimonial, i sindaci dei Comuni italiani che hanno aderito, le aziende e i volontari che hanno aiutato a realizzare gli eventi. Quella di Earth Hour è una comunità che ha voglia di cambiare il futuro del nostro pianeta nell’interesse di tutti”.

Fonte WWF

Guarda le fotografie dall’Italia e dal mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.