Carne balena e avorio vendita online

figure in avorioL’Environmental Investigation Agency (Eia) lancia un appello contro il Rakuten Group, il più grande rivenditore online di prodotti di avorio e di carne di balena, accusandolo di fornire di fatto “lavoro ai bracconieri”. Secondo quanto riporta un nuovo rapporto stilato dall’Eia – organizzazione impegnata nella protezione del mondo naturale contro criminalità e abusi – il Gruppo Rakuten, attraverso la giapponese Rakuten Ichiba, è “direttamente responsabile delle vendite di prodotti derivati da elefanti e cetacei e quindi trae profitto chiaramente dall’uccisione di queste specie”.

Nel giugno 2013, una ricerca sul sito di e-commerce del gruppo ha evidenziato la presenza di 1.200 prodotti alimentari di balena e altri cetacei in vendita. Negli ultimi anni, la condanna internazionale della caccia alle balene e ai delfini del Giappone, ha portato le grandi catene di supermercati nipponici a vietare la vendita di prodotti con la carne di questi animali. Anche i due principali rivenditori online – Amazon e Google – hanno seguito l’esempio. “Rakuten ora deve fare lo stesso”, sottolinea l’Eia.

Ma non sono solo i cetacei ad essere tirati in causa: un mese fa, cercando “avorio” sul sito del Rakuten Ichiba, l’Eia ha scoperto che compaiono oltre 28.000 annunci di prodotti ricavati dagli elefanti. Oltre a zanne intagliate, gioielli, strumenti musicali ed accessori, sul sito si trovano anche pubblicità di prodotti di avorio “duro” che arrivano dagli elefanti in via di estinzione dell’Africa centrale. Una scoperta sconcertante che secondo l’organizzazione animalista deve spingere “il Gruppo Rakuten ad emanare immediatamente una nuova politica aziendale che vieti la vendita di tutti i prodotti di avorio di elefante e di carne di cetacei”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.