Pompei, dalla Ue 105 mln di euro

“Nessun commissario per Pompei, nessuna procedura straordinaria”. Così il sottosegretario ai Beni culturali Riccardo Villari durante la conferenza stampa su Pompei a Palazzo Chigi, aggiungengo che “i 105 milioni dell’Europa saranno destinati tutti a Pompei” e ribadendo che “le priorità saranno tutte per Pompei”.

“I lavori sono programmati per i prossimi quattro anni ma sono sicuro che non basteranno, sarà necessario prevedere ulteriori finanziamenti per andare avanti”, ha detto dal canto suo durante la conferenza stampa il commissario europeo Johannes Hahn.

Hahn, che a causa del maltempo ha rimandato al 7 novembre la sua visita al sito archeologico, ha anche specificato che tra qualche mese tornerà in Italia per vedere se tutto procede come previsto.

“E’ fatta. I 105 milioni ci sono. Ho detto che mi sento sotto esame perchè sono una persona prudente. I finanziamenti dell’Ue ci sono. Ora si tratta di spenderli nel miglior modo possibile per fare bella figura con l’Europa e per realizzare una cosa importante”, ha detto il ministro per i Beni e le attività culturali, Giancarlo Galan, chiudendo la conferenza stampa.

“Per Pompei nessuna elargizione a pioggia, non interventi spot ma iniziative di grande rilievo”, aveva detto precedentemente. Poi riferendosi all’ultimo crollo avvenuto ieri nel sito di strutture contemporanee ha detto: “Per la prima volta in Italia la cultura e la ricerca e innovazione non subiscono tagli. Eppure, davanti a queste cose rivoluzionarie si fa una grande questione per il crollo di un muro costruito nel 1947”. E ribadisce poi che saranno 20 le assunzioni per il sito archeologico e sottolinea: “In tanti anni di presidenza della Regione Veneto non ho mai perso un euro che veniva dall’Europa”, in merito ai fondi che dall’Europa arriveranno a Pompei.

Fonte: Adnkronos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.