Pieno in 5 minuti, presto ricarica rapida auto elettriche

Un ”pieno” di elettricita’ in cinque minuti, lo stesso tempo di un pieno di carburante da un benzinaio. E’ questa la nuova frontiera della mobilita’ alimentata con la ‘spina’. Servira’ ancora qualche anno e batterie sofisticate su larga scala.

Ora il tempo minimo e’ di 30 minuti in corrente continua, 5 minuti per una ricarica parziale, mentre sono quattro le ore di ricarica completa a corrente alternata in caso di una lunga sosta in parcheggio come casa o ufficio.

Due colonnine a ricarica ultra rapida sono state posizionate in maniera stabile nella sede di Sesto San Giovanni, vicino Milano, della Abb Italia, che rappresenta nel nostro Paese il colosso svizzero nelle tecnologie per l’energia e l’automazione. ”La ricarica standard in corrente alternata – spiega Abb Italia – e’ possibile quando l’auto resta per qualche tempo in sosta in un parcheggio, ad esempio a casa o in ufficio. Occorrono circa 4 ore per una carica completa, in base alle dimensioni della batteria e alla potenza disponibile.

La corrente continua offre una modalita’ di ricarica rapida, adatta per cambi di programma imprevisti o lunghi spostamenti. In questo caso, bastano 30 minuti per una ricarica completa e solo 5 minuti per una ricarica parziale, corrispondente a un’ autonomia di 30 km per il veicolo.

Le due soluzioni coesistono all’interno del sistema infrastrutturale integrato di mobilita’ elettrica e sono quindi totalmente sinergiche, non in antagonismo”. I caricatori in corrente continua di Abb ricaricano un veicolo in 30 minuti, fornendo alla batteria 25 kilowattora (kWh) di energia.


Un veicolo elettrico consuma tra 150 e 200 watt ore (Wh) al chilometro, quindi 25 kWh corrispondono a un’autonomia di percorrenza compresa tra 125 e 170 km, in base alla velocita’ media. Equivalgono a circa 2 ore di guida in autostrada in condizioni ‘normali’. Per quanto riguarda il pieno in cinque minuti, i primi caricatori ultrarapidi saranno installati a bordo di mezzi pesanti e veicoli di servizio a corto raggio.

L’implementazione e’ prevista entro il 2015. Questa ricarica e’ la soluzione ideale per taxi e veicoli commerciali leggeri, e Abb sta lavorando per applicarla a mezzi pesanti come camion e autobus. Anche i traghetti a breve percorrenza potranno utilizzare l’ alimentazione a batteria con la ricarica rapida. Secondo le stime di Abb, l’investimento nelle infrastrutture di ricarica sara’ di oltre un miliardo di dollari all’anno di qui al 2015.

Stime destinate a salire se si includono anche le applicazioni per veicoli pesanti. Inoltre uno studio della Banca Mondiale pubblicato nell’aprile del 2011 calcola che entro il 2020 il volume di vendita globale dei veicoli plug-in rappresentera’ il 10% delle vendite di nuovi veicoli, e che tra 10 anni il mercato mondiale dei veicoli elettrici varra’ 250 miliardi di dollari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.