Parchi senza confini, il trekking italo svizzero che unisce

Le tracce di un patrimonio storico e di archeologia militare al confine tra Italia e Svizzera diventano occasione per un trekking Italo Svizzero di scoperta del Parco Nazionale della Val Grande, della Riserva delle Bolle di Magadino e del territorio del Locarnese destinato a divenire il secondo parco nazionale svizzero. Il Parco della Val Grande propone quattro giorni dall’8 all’11 settembre, da vivere tra le montagne, partendo dalla Riserva Naturale delle Bolle di Magadino nel Canton Ticino al Pian Vadà nel Parco Nazionale della Val Grande lungo le fortificazioni Cadorna. Il trekking intitolato “Parchi senza confini” rientra nel programma di eventi “Parchi 2011” da Riserve del Re a Parchi per tutti, una serie di iniziative per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia che ha come filo conduttore il tema del “confine”. «Il confine inteso non più come “recinto”, né per lo Stato, né per i parchi che – ad esempio in quelli di frontiera – spiega il presidente del Parco Pier Leonardo Zaccheo – operano verso la realizzazione di “parchi trasfrontalieri».

Il trekking parte dalle Bolle di Magadino un’area naturale protetta situata in Svizzera alla confluenza del Ticino nel lago Maggiore. Si tratta di un importante biotopo in cui nidificano o sostano durante le migrazioni molte specie di uccelli e dove è prevista la visita ad un Bunker della Prima Guerra Mondiale.

Sempre nel primo giorno del trekking sarà attraversato il Bosco Sacro di maggiociondolo di Brissago, dove particolari condizioni geologiche, climatiche e culturali hanno influito positivamente sullo sviluppo e la crescita di specie arboree di estrema bellezza. Durante il Trekking verrà attraversato il territorio legato alla storia del partigiano Ubaldo Cavallasca detto “Cucciolo” e quindi percorsa la linea Cadorna costruita tra il 1911 e il 1916 nelle prealpi con lo scopo di proteggere il territorio italiano da un ipotetico attacco tedesco attraverso la neutrale Svizzera.

PROGRAMMA

1° giorno (8 settembre) Ritrovo: Bolle di Magadino ore 9.30. Accoglienza e visita guidata al bunker militare della I Guerra Mondiale e alla Riserva Naturale a cura del personale della riserva. E’ previsto anche un saluto da parte dell’Ente Parco Nazionale Val Grande e della Presidente dell’istituendo Parco Nazionale del Locarnese. Ore 11.30 partenza in auto per Brissago – Mergugno.

Itinerario: sosta pranzo presso Mergugno (1042 m) – Rifugio Al Legn (1808 m) e pernottamento. Tempo di percorrenza a piedi: ore 2.30 Caratteristiche itinerario: salita comoda da Mergugno fino Al Legn lungo ampia mulattiera, caratteristica del tracciato: attraversamento del “bosco sacro” di maggiociondolo

2° giorno (9 settembre) Itinerario: Al Legn (1808 m) – Bocchetta della Valle (1950 m) – Limidario (2190 m) – Alpe La Quadra (1604 m) – Le Biuse (1272 m), cena e pernottamento Tempo di percorrenza a piedi: ore 5.00

3° giorno (10 settembre) Itinerario: Le Biuse (1272 m) – Ponte Falmenta (410 m) – Crealla (627 m) (pernottamento) Tempo di percorrenza a piedi: ore 3.30 – 4.00

4° giorno (11 settembre) Itinerario: Crealla (627 m) – Ortighedo (1401 m) – Rifugio Pian Vadà (1711 m) Tempo di percorrenza a piedi: ore 6.00

Al Pian Vadà, presso il bivacco del Parco Nazionale Val Grande, alle ore 13 circa ci sarà l’accoglienza del trekking da parte dell’Ente Parco e delle autorità presenti con rinfresco e degustazione di prodotti tipici.

Come contributo alle spese di vitto (con l’esclusione del pranzo al sacco del primo giorno), alloggio, servizio di accompagnamento, trasferte con trasporto bagagli e organizzazione) è previsto un costo pari a 25 euro al giorno a persona, 80 euro per chi partecipa a tutti i 4 giorni. La prenotazione è obbligatoria e dovrà avvenire entro il 5 settembre. Verranno accettate anche prenotazioni per singole tappe. Informazioni e prenotazioni: Ente Parco (032487540), Valgrande soc. coop. (0323468506), Guida del Parco Tiziano Maioli (368201688). Il trekking è organizzato e si svolge con la collaborazione del Gruppo Guide Ufficiali del Parco Nazionale Val Grande (Valgrande soc. coop.).

Maggiori dettagli sul programma sono disponibili su www.parcovalgrande.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.