Lipu, 13% uccelli a rischio estinzione

Caccia, disturbo dell’uomo, perdita di habitat. Sono alcuni dei motivi che stanno conducendo anche l’otarda maggiore indiana (Ardeotis nigriceps), una delle specie piu’ grandi al mondo (un metro di altezza per 15 chili di peso), sull’orlo dell’estinzione. Lo dice la nuova Lista rossa Iucn (International Union for Conservation of Nature) realizzata da BirdLife International (Lipu in Italia) e resa nota oggi a livello mondiale, dalla quale risulta che sono 1.253, su 10.52 controllare, le specie di uccelli minacciate a vari livelli di estinzione, pari al 13% del totale.

Buone notizie per il grillaio, specie che nidifica anche in Italia e che era minacciata a livello globale: non e’ piu’ ”vulnerabile”, ed entra nella categoria di chi e’ in buono stato. L’otarda maggiore indiana, diffusa un tempo in India e Pakistan, invece, e’ ormai ridotta a soli 250 esemplari in piccoli e isolati frammenti di territorio, ed e’ stata inserita dall’Iucn nella categoria ”Minacciata in modo critico”, categoria che precede l’estinzione. Qui anche l’oriolo delle Bahamas: la popolazione di questa bellissima specie dai colori giallo e nero si e’ ridotta a soli 180 esemplari. L’oriolo nidifica nelle palme da cocco, che pero’, a causa di una malattia letale, sono scomparse. Un’altra minaccia per questo uccello e’ rappresentata dal recente arrivo del molotro splendente, che occupa con le sue uova i nidi di altre specie.

”In un mondo sempre piu’ affollato – osserva Leon Bennun, Direttore Science and Policy di BirdLife International – specie che necessitano di grandi spazi come l’otarda maggiore indiana sono molto penalizzate”. Tuttavia, dice Andy Symes di BirdLife International, ”la Lista rossa di quest’anno sottolinea come alcune specie oggetto di progetti di conservazione abbiano invertito la tendenza negativa in positiva”, e’ il caso dell’anatra della Nuova Zelanda, beneficiaria di un programma che ha eliminato i ratti e ha consentito il ritorno a popolare le isole Campbell.

”Gli uccelli sono utili indicatori della salute degli ecosistemi – conclude Stuart Butchart, Global Research and Indicators Coordinator di BirdLife International – I cambiamenti che abbiamo documentato in questo aggiornamento della Lista rossa contribuiranno al ‘Red list index for birds’, una misura dei trend nello stato del pianeta utilizzato dai governi e dalle Nazioni Unite”.

Fonte: Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.