LE ASSOCIAZIONI NAZIONALI PER LA ZOOTECNIA NELLA FUTURA PAC

Una “Posizione comune per la Pac post 2013 per il settore della zootecnia bovina da carne europea”: questo il titolo dell’importante Manifesto che il Presidente del Consorzio L’Italia Zootecnica, Fabiano Barbisan, ha recentemente firmato assieme ai Presidente delle analoghe associazioni nazionali francese, irlandese e spagnola. Il Manifesto, presenta la situazione della zootecnia bovina da carne europea, con una serie di dati che lanciano l’allarme rosso per un settore che sta soffrendo, a causa degli alti costi di produzione, non compensati da un mercato ragionevole, sempre più in mano alla Grande Distribuzione Organizzata con l’altro anello della filiera, i macellatori, troppo debole per competere.
Oltre al Manifesto, i quattro Presidenti hanno firmato una lettera specifica, indirizzata al Presidente del Consiglio Europeo, Herman Van Rompuy, al Commissario Dacian Ciolos, al Presidente della Commissione Envi, Matthias Groote, al Presidente della Commissione Agri, Paolo De Castro, ai Parlamentari Europei ed ai Ministri agricoli dei rispettivi Paesi, Italia, Francia, Irlanda e Spagna contenente la richiesta esplicita di mantenere l’etichettatura facoltativa. «Credo sia un grande giorno – ha detto Barbisan – perché abbiamo dimostrato come poter fare squadra tra Paesi che hanno a cuore l’allevamento bovino ed il consumatore. Spero che i documenti che saranno consegnati alle autorità europee e nazionali, vengano presi in seria considerazione, sia per modellare la nuova Pac Post 2013, sia per ridiscutere in Commissione Envi ed in Consiglio dei Ministri EU il mantenimento dell’etichettatura facoltativa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.