La Sagra del Fungo Porcino a Oriolo Romano (VT)

fungo porcinoProfumo e gusto inconfondibile che regala ad ogni piatto, dagli antipasti ai contorni,  il fungo porcino sarà il grande protagonista della decima edizione della Sagra ad esso dedicata, ad Oriolo Romano (Viterbo) dal 20, 21 e 22 settembre.

Organizzata dall’Associazione Culturale Oriolo Romano, in collaborazione con il Comune e la Pro-Loco, la manifestazione celebra – con un menù ricchissimo e un programma che prevede spettacoli musicali, conferenze a tema, mercatini e mostre d’arte – un prodotto noto già ai tempi degli antichi Romani: proprio a loro, che chiamavano questa varietà di funghi “suillus” per il loro aspetto massiccio, si deve l’appellativo moderno di “porcini”.

A Oriolo Romano saranno trasformati in una deliziosa crema ed esalteranno il gusto delle bruschette; saranno poi il condimento ideale delle fettuccine, nelle due versioni con e senza ragù, e l’ingrediente della saporita zuppa di funghi porcini e fagioli. Fra i secondi, si potrà scegliere fra lo spezzatino e l’arista ai funghi porcini, che saranno proposti anche fritti e persino in un particolarissimo pane. Come ogni anno, non mancheranno i piatti più classici, come la bruschetta con olio e sale, le fettuccine al ragù e la braciola, la salsiccia e la ventresca alla brace. Splendida cornice della manifestazione sarà Piazza Umberto I°, con sullo sfondo il suggestivo Palazzo Altieri.

Sulla pavimentazione che copre tutta la piazza, è disegnata una rosa dei venti che indica i punti cardinali rispetto ai quali sono orientate le quattro bocche da dove fuoriesce l’acqua della Fontana delle Picche, attribuita ad un allievo del Vignola. Gli stand gastronomici saranno aperti a cena dalle ore 19 e, sabato e domenica, anche a pranzo dalle 12.30, mentre tutte le serate saranno allietate da performance musicali dal vivo. Grande spazio sarà dato al cabaret, con spettacoli serali (21 e 22 settembre), mentre ogni pomeriggio è organizzato l’intrattenimento per i bimbi.

E se sabato 21 arriverà il “Ludobus” per i più piccoli, domenica 22 la banda folkloristica “La Racchia di Vejano” farà ballare grandi e piccini. Tutto all’insegna della musica, degli spettacoli di strada e soprattutto del cibo di qualità. Chi vorrà visitare questo angolo del Viterbese, che sorge quasi a metà strada fra Roma e il capoluogo di Provincia, potrà assaggiare anche olio, vino, carni, formaggi e dolci, tutti prodotti fatti in casa, con le ricette di una volta: un modo per riscoprire quella qualità di vita, legata al volgere lento delle stagioni, che a Oriolo Romano è ancora più viva che mai. Info Località: Oriolo Romano – VT – Lazio Date e orari: – 20-21-22 settembre . il pranzo parte dalle 12,30 e la cena dalle 19. Il venerdì c’è solo la cena FB: https://www.facebook.com/pages/Fuoriporta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.