AGRITURISMO: L’azienda Badiula

L’agriturismo Badiula è situato vicino al fiume San Leonardo, facilmente raggiungibile dalla S.S. 114, dista solo 20 km da Catania e 40 km da Siracusa, a metà strada tra le azzurre acque del mar Jonio ed il sontuoso vulcano Etna. L’azienda Badiula deve il suo nome all’omonima contrada che oggi ricade nel comune di Carlentini, ma che prima della fondazione di questa cittadina faceva parte del territorio dell’antica Lentini. Questo agriturismo non è soltanto un punto di arrivo o di partenza per raggiungere velocemente i paesi etnei ed aretusei, ma rappresenta esso stesso un luogo d’interesse intrinseco di storia e tradizioni. La sua particolare posizione gli ha fatto guadagnare, in passato, un importante privilegio quello di diventare il maggiore presidio Templare della Sicilia. Facciamo un passo indietro nel tempo. Era il 1131 quando i Cavalieri del Tempio giunsero nella fertilissima Piana di Catania; da lì a poco ricevettero in donazione dal conte Rinaldo di Modica un grande podere nella zona della foce di un fiume ed il diritto di pesca su di esso. Chiamarono San Leonardo quel corso d’acqua perché in prossimità delle sue rive sorgeva una chiesetta dedicata appunto a tale santo. Nella stessa zona i Templari costruirono prima una casa colonica (oggi identificabile, seppur le notizie siano frammentarie, con l’azienda Badiula) e poi anche il convento di san Leonardo del Tempio.  Il comprensorio, grazie alla possibilità di approdi sicuri e protetti, divenne punto strategico per l’imbarco di pellegrini, merci e cavalieri alla volta di Gerusalemme. Col passare del tempo si venne a creare una forte tensione tra la Diocesi di Catania che voleva impossessarsi di quei luoghi ed i Templari che erano i veri proprietari, per tale motivo intervenne il re Federico II che sia nel 1210 che nel 1229 confermò la donazione e il diritto di pesca concesso dal conte di Modica ai Cavalieri del Tempio.

L’agriturismo è nato dall’avventura di quattro cugini che hanno saputo trasformare il loro amore per la campagna, impartitogli sin da piccoli, in una molteplicità di servizi che catapultano l’ospite in un mondo di relax e benessere alla riscoperta di sapori dimenticati ed esperienze poco conosciute. Badiula, con i suoi quasi 70 ettari tra agrumeti e pescheti, è anche una vera e propria azienda agricola a gestione familiare (certificata ISO 9001 da SGS Italia S.p.a e riconosciuta dal Sincert), provvista  di un magazzino interno per la lavorazione dei prodotti in modo da portare nelle tavole dei suoi commensali (170 posti a sedere) prodotti freschi e genuini.

Dal 2009 è Fattoria Didattica, accreditata dalla Regione Siciliana, capace di suscitare forti emozioni e sviluppare quella coscienza per il rispetto dell’ambiente e degli animali sempre più importante ai giorni nostri.

Lontani dal traffico e dal caos cittadino, ma non per questo fuori dal mondo (l’agriturismo dista appena 18 km dall’aeroporto di Catania), ci riappropriamo dei nostri sensi. Molte le attività che è possibile fare all’aperto, accompagnati dal cinguettio degli uccelli e dal profumo delle zagare che dolcemente si spande nell’aria: una nuotata in  piscina, una partita a bocce, una passeggiata in bicicletta o una cavalcata, l’ippoterapia, la pesca sul lago, escursioni in barca sul fiume San Leonardo ed altro ancora.

L’agriturismo può accogliere fino a 23 persone contemporaneamente. Le camere sono 8 di cui 2 attrezzate per ospitare persone diversamente abili. Tutte le stanze sono dotate di bagno in camera, tv, frigobar, climatizzazione ed internet. L’acqua calda viene assicurata grazie all’utilizzo di pannelli solari mentre per quanto riguarda il consumo elettrico è già al vaglio l’idea di installare un impianto fotovoltaico così da poter contribuire alla riduzione dell’emissione di CO2 sull’ambiente che come abbiamo visto sta molto a cuore ai proprietari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.