Sagra della Castagna di Cave

Appuntamento fisso da ormai 77 anni, a Cave (Roma) per l’ultimo fine settimana di ottobre la “Sagra della castagna e dei prodotti tipici locali” è un evento a cui non si può mancare.

Dal 28 al 30 ottobre infatti la cittadina è in festa per un evento che porta alla riscoperta di antiche tradizioni, folklore ed ottimo cibo.

L’atmosfera è allietata da canti popolari, danze tipiche, stands enogastronomici, dolci di ogni tipo, mostre fotografiche, spazi dedicati all’artigianato locale, visite guidate alla scoperta del paese e dei suoi antichi tesori, buon vino e tanta allegria!

La festa si svolge all’interno della suggestiva cornice del centro storico, paesaggio che si vuole riscoprire e valorizzare nei suoi angoli più caratteristici.

Protagonista della manifestazione è ovviamente il “marrone” un frutto di bosco prelibato ed adatto anche per i palati più raffinati, caratteristico della zona dei Monti Prenestini, in particolar modo di Cave e che ha reso il paese famoso per la sua coltivazione fin dai tempi antichi quando si esportava, nei primi anni del ‘900, fino addirittura ad arrivare in Francia.

Il popolo di Cave inzia i preparativi settimane prima. Si preparano dolci, si allestiscono stand caratteristici nella zona del centro storico del Paese, ma soprattutto, si raccolgono tonnellate di castagne per offrire ogni anno un prodotto di altissima qualità e di notevole pregio.

Ricerche dell’università Tor Vergata di Roma riportano dati impressionanti riguardo le caratteristiche nutritive e benefiche di questo frutto, spesso, tenuto in seconda linea. Cave ne fa da oltre un secolo, ormai, una caratteristica del proprio essere.

Quest’anno il Comune di Cave e La Pro Loco Cave, in occasione della sagra, indicono la prima gara di cucina “La Castagna d’Oro – Città di Cave”, per premiare il miglior dolce di castagne (le future edizioni invece avranno come protagonisti i primi piatti e successivamente i secondi che avranno tra i propri ingredienti la nostra pregiatissima castagna).

La premiazione avverrà il 30 ottobre alle ore 19 in aula Consiliare, i dolci andranno portati entro le ore 14:30 dello stesso giorno al terzo piano dello palazzo comunale per la selezione.

Insomma, un fine settimana di ottobre da trascorrere con gusto tra i vicoli e le corti di questo splendido paesino medievale che dista solo 40 km da Roma e che si estende su un accogliente territorio collinare.

Nessun commento

  1. Certo le multe durante la sagra se le potrebbero risparmiare. Vi consiglio di non andarci se non volete spiacevoli sorprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.