Vivino la Wine App più scaricata

nr-1-wine-app-dc5deb57a9a548febe01b16efe57ffc4La passione per il vino è sempre più social anche nel vecchio continente. E con i social network le descrizioni di colore, gusto, e carica aromatica di un calice non sono più esclusiva dei critici enogastronomici ma trovano sempre più spazio nelle conversazioni dei giovani e della gente comune. Con questo stile casual, da San Francisco la wine app Vivino, ha raggiunto in cinque anni di attività più di quattro milioni di utenti, solo con la versione inglese. Da oggi la app sarà ora disponibile in francese, italiano, spagnolo, tedesco e portoghese. Ciò permetterà a Vivino una migliore copertura dei principali mercati vinicoli del mondo.

“Il nostro tasso di crescita è già stato davvero fenomenale e questo soltanto nella versione in inglese” dice il fondatore e amministratore delegato di Vivino, Heini Zachariassen. “Con l’aggiunta di francese, italiano, spagnolo, tedesco e portoghese, ci aspettiamo un salto enorme in termini di crescita, sia per il numero di utenti che per il numero di vini presentati.” Il database, al momento senza pari, annovera recensioni di oltre 50 milioni di bottiglie di vino. Di fatto, sottolineano i promotori, il più grande database vinicolo per dispositivi mobili. 

Gli utenti possono entrare in questa rete e identificare rapidamente un vino, vederne le recensioni e i prezzi e scoprire dove viene venduto, il tutto gratuitamente.

“Vivino è destinata ad utenti medi che vogliono sapere quali vini piacciono alla gente comune, non quale vino i critici dicono di bere”, continua Zachariassen. “Le nostre dimensioni ci permettono di essere più veloci ed efficienti nel confrontare i vini presentati con il nostro database. I nostri utenti hanno a disposizione una rete molto più ampia di valutazioni da parte di semplici amanti del vino di ogni parte del mondo.”

Disponibile gratuitamente su App Store e Google Play, Vivino è la Wine App numero uno. Ai consumatori basta semplicemente scaricare la app sullo smartphone e fotografare un’etichetta di vino per visulizzare istantaneamente le informazioni riguardanti l’azienda produttrice, il vino, i punti vendita più vicini e i suggerimenti sugli abbinamenti cibi-vino, e per poter anche salvare e registrare il loro catalogo personale dei vini.

Potranno inoltre condividere i loro vini con gli amici su Facebook e con i follower su Twitter.

Fonte: ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.