Vino e territorio nei Monti Sicani

Vino e Territorio, coppia indissolubile, il 16 e 17 Aprile sono stati protagonisti nell’ “animosa” cittadina di Corleone. L’iniziativa ha evidenziato la preziosità dei vini di collina, da sempre apprezzati, mai tenuti nella dovuta considerazione. A dare la giusta risonanza ci hanno pensato il Rotary Club di Corleone, l’Università di degli Studi di Palermo, la Facoltà di Agraria, L’Assessorato regionale delle risorse agricole e alimentari, L’Istituto Vite e vino, il comune di Corleone, l’Arga Sicilia (Ass. dei giornalisti agricoltura), i GAL: Sicani e Terre Normanne. Un pubblico attento e competente ha partecipato al convegno tenutosi presso il complesso di Santa Chiara, dal titolo: “Vino e Territorio nei Monti Sicani”. La manifestazione è stata moderata dal presidente del Rotary Club Corleone Domenico Bidera Miceli. Sono intervenuti, per dare i saluti il sindaco di Corleone, Antonino Iannazzo, il vice-preside della Facoltà dì Agraria Stefano Colazza, Ottavio Ferreri dell’Anguilla, Presidente Commissione Distrettuale Rotary per l’Agricoltura. Le relazioni sono state esposte da: Paola Armato in rappresentanza del Dipartimento Interventi Strutturali per l’Agricoltura dell’Assessorato Regionale delle Risorse Agrìcole e Alimentari, Mario Liberto vice presidente nazionale dell’Accademia Internazionale Epulae, Salvatore Raimondi. Docente di Pedologìa Applicata, Facoltà di Agraria, Rosario Di Lorenzo. Docente dì Viticoltura, Facoltà di Agraria, Giuseppe Genna, Istituto Regionale della Vite e del Vino, Sebastiano Torcivia, Docente di Economia, Facoltà di Economia, Leonardo Urbani, Professore Emerito di Urbanìstica, Facoltà di Architettura. Numerosi, alla fine, gli interventi del pubblico presente che hanno voluto dare un contributo al’argomentazione proposta. La kermesse si è conclusa con una degustazione della gastronomia dei Monti Sicani. Nella medesima giornata (16 aprile) dalle ore 15,00 alle ore 19,00 e in quella successiva dalle ore 9,00 alle ore 19,00, si è svolta presso la villa comunale il “mercato contadino” del territorio sicano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.