Uragano Irene perde forza ma a New York resta la paura


Secondo il centro nazionale uragani Usa, Irene è stato declassato a categoria 1, con venti inferiori ai 145 km all’ora, si abbatterà a breve sulle coste della Carolina del Nord per poi riprendere forza e dirigersi verso New York, che colpirà tra stasera e domani.

Nella Grande Mela, con la prima allerta uragano dal 1985, il sindaco Michael Bloomberg ha annuciato evacuazioni obbligatorie per circa 300 mila persone residenti nelle zone costiere. Il governatore del New Jersey, Chris Christie ha ordinato l’evacuazione in quattro contee.

Le autorità di Washington D.C. e di qualche città della Virginia hanno iniziato la distribuzione di sacchi di sabbia ai residenti in caso di possibili alluvioni per il passaggio dell’uragano atteso domani.

La chiusura dei tre scali (JFK, Newark e La Guardia) è prevista a partire dalle 12 (le 18 ora italiana). Boston sarà chiuso domani. Alitalia ha cancellato i voli da e per N.Y. di oggi e di domani e i voli da e per Boston di domani.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.