Pasqua, sì a vacanze ma saranno brevi

Nonostante il difficile momento di crisi, gli italiani hanno deciso di non rinunciare alle vacanze di Pasqua, che saranno brevi e a ridosso della festività. Negli anni le preferenze degli italiani si sono spostate su vacanze di breve durata come il ponte pasquale per cui c’è stato un sensibile aumento delle richieste: +20% per le località balneari e 11% per città d’arte. Per la vacanza pasquale, gli italiani scelgono un soggiorno di pochi giorni in una suggestiva località marittima o in una delle belle città d’arte della penisola per trascorrere qualche giornata di totale relax. Tra le principali località affacciate sul mare, prima fra tutte spicca Viareggio dove si tocca un picco nella domanda pari al +22%.

Non sono da meno nei desideri dei vacanzieri le città d’arte per le quali si registra un consistente +11% rispetto all’anno passato: Firenze la fa da padrona con un +17%. Bene anche Palermo (+11%), Roma, Firenze e Napoli con una variazione positiva nella domanda di sistemazioni per il ponte pasquale pari al 15%. “La crisi economica ovviamente va ad impattare anche sulle scelte di vacanza degli italiani, per il 2012: l’incremento rispetto al 2011 delle richieste per una serie di mete turistiche che è stato messo in luce dalla nostra analisi, indica che gli italiani non vogliono rinunciare alle vacanze ma preferiscono brevi soggiorni, proprio come quello offerto dal ponte di Pasqua”, ha commentato Daniele Mancini, amministratore delegato di Casa.it. Intanto i portali di prenotazione di case per le vacanze confermano che sono moltissime le prenotazioni di appartamenti in Italia nel periodo pasquale e scommettono che il trend sarà lo stesso, soprattutto per le famiglie numerose, anche durante la prossima estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.