La Dieta Mediterranea diventa patrimonio dell’UNESCO

Il 16 novembre 2010, il Comitato intergovernativo dell’’UNESCO riunitosi a Nairobi, in Kenya, ha sancito l’’inserimento della Dieta Mediterranea nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità che ora comprende 213 espressioni culturali. Questo successo conclude un percorso lungo e difficile in cui l’Italia ha assunto il coordinamento del gruppo composto dallaSpagna, Grecia, Marocco assumendosi il compito di riscrivere interamente la precedente candidatura, sottolineandone il valore culturale. Accanto alle statue, ai dipinti, alle  basiliche e monumenti, anche il nostro modo di alimentarci, il nostro cibo, “bene culturale” della nostra tavola, ha ricevuto quel giusto  riconoscimento che valorizza anche la nostra agricoltura. Tutto questo restituisce alle Regioni del nostro Paese quella meritata  considerazione a livello internazionale come promotrici di un modello alimentare che è un vero e proprio stile di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.