In arrivo la nuova sentinella europea di piogge e clima



E’ in dirittura d’arrivo la nuova sentinella europea del clima. Si chiama Metop-B ed e’ il secondo membro della famiglia dei satelliti che hanno trasformato la storia delle previsioni meteorologiche cosi’ come lo studio del clima.

Finanziato dall’Agenzia Spaziale Europea (Esa) e dall’organizzazione europea per l’utilizzo dei dati meteo da satellite, Eumetsat, Metop-B si trova adesso in Francia, a Tolosa, dove i tecnici dell’azienda tedesca Astrium stanno lavorando agli ultimi dettagli, prima che il satellite venga trasferito nella base di lancio russa a Baikonur, nel Kazakhstan, in vista del lancio previsto nel maggio 2012.

Per un periodo Metop B lavorera’ insieme al ‘fratello’ Metop-A, che si avvicina a concludere la sua vita operativa, e nel 2018 sara’ a sua volta sostituito da Metop C, che dovrebbe essere lanciato nel 2016. Un programma costanto complessivamente circa 3 miliardi di euro e che e’ il fiore all’occhiello dell’Europa in questo campo. Tanto che grazie alla famiglia dei satelliti Metop e’ stata avviata una stretta collaborazione con l’agenzia americana per lo studio dell’atmosfera e gli oceani (Noaa). ‘’Metop A e’ andato oltre le nostre aspettative’’, ha detto oggi a Tolosa il direttore generale della Eumetsat, Alain Ratier, nell’incontro organizzato da Esa e Astrium per presentare Metop B. ‘’I satelliti – ha aggiunto – sono al primo posto nella classifica degli strumenti in grado di fornire contributi utili alla meteorologia e allo studio del clima’’.

Per il direttore per l’Osservazione della Terra dell’Esa, Volker Liebig, il grande vantaggio dei satelliti Metop e’ di volare bassi e di avere strumenti che lavorano con una grande risoluzione, con Metop-A, ha rilevato, le previsioni sono migliorate del 20% e questo satellite ha avuto un grande impatto sulla previsione delle piogge nel periodo compreso fra 3 e 10 giorni, cosi’ come nella previsione di eventi pericolosi.

Gli esperti non hanno dubbi che, grazie ai satelliti, la precisione delle previsioni meteorologiche è aumentata di circa 6 volte negli ultimi 5 anni. Previsioni cosi’ precise sono cruciali per salvare vite umane, ha osservato Ratier, previsioni sempre piu’ accurate sono indispensabili per supportare le decisioni, ha aggiunto indicando la cartina europea nella quale i colori diversi corrispondono a situazioni sempre piu’ critiche: dal verde delle aree piu’ tranquille, al giallo, all’ocra che indica la pioggia al rosso che indica il pericolo, che nella cartina italiana occupa Piemonte e Liguria.

Fonte: Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.