Energia dal mare entro il 2013

Energia dalle onde e dalle correnti marine: i prototipi italiani in grado di produrre energia da queste fonti entreranno in funzione entro il 2013. Si tratta di tre progetti di università italiane per la produzione di energia dal mare presentati nel corso del workshop organizzato dalla Rse (Ricerca sul Sistema Energetico) a Civitavecchia per fare il punto sulle potenzialità legate alla produzione di energia rinnovabile dal mare e sulle ricerche svolte in questo settore.

”Al momento ci sono tre interessanti progetti che passeranno prestissimo alla fase operativa”, ha detto Antonio Negri, responsabile del dipartimento ambiente di Rse. ”Si tratta – ha spiegato – di prototipi diversi pensati per testare diverse soluzioni tecnologiche”. In particolare sono in corso due progetti delle Università della Calabria e del Politecnico di Torino, pensati per la trasformazione delle onde in energia elettrica attraverso due diverse soluzioni di ‘cilindri’ dotati di particolari pale. I dispositivi verranno realizzati, rispettivamente, nel porto turistico di Formia e a Pantelleria.

Un terzo progetto e’ stato sviluppato dall’Universita’ Federico II di Napoli e prevede l’utilizzo della corrente marina nello Stretto di Messina, l’unico luogo in Italia dove si sviluppano intensita’ sufficienti sfruttabili.

”Il 2014 – ha proseguito Negri – vedra’ invece la realizzazione di un altro prototipo nel porto di Civitavecchia realizzato da Rse con la collaborazione dell’Universita’ di Viterbo.

Il potenziale energetico delle coste italiane non e’ molto elevato paragonato con quello delle nazioni che si affacciano sugli oceani ma in Italia – ha concluso – esiste un grande fermento di ricerche in questo settore e speriamo possa alimentare la nascita di un’imprenditoria di settore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.