E’ la biomassa l’energia del futuro

E’ la biomassa la fonte rinnovabile che fa “tendenza” in Europa. Conviene dunque puntare sulla produzione di energia elettrica e termica utilizzando come combustibile biomassa legnosa. Lo dice Aebiom, l’Associazione Europea sulle Biomasse nel suo rapporto 2010 su incarico della Commissione e che mette in luce la crescita del contributo della biomassa al mix energetico europeo. Secondo l’associazione la rivoluzione energetica può passare dalla produzione legata all’utilizzo termico, incrementando la cogenerazione e le reti centralizzate di riscaldamento e raffrescamento.

Le biomasse hanno contribuito al mix energetico prodotto e consumato nei 27 per quanto riguarda le rinnovabili con una percentuale del 68,6%. Il rapporto ha diagnosticato un aumento complessivo della generazione, un rallentamento dell’ idroelettrico mentre la curva di solare ed eolico continua a salire, con la biomassa che figura come la risorsa energetica rinnovabile più impiegata in Europa.


Dall’elaborazione dei dati si accerta un contributo da parte delle bioenergie pari a 82,2 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) in energia consumata, di cui 58,8 Mtep (71%) per usi termici. E il trend potrebbe portare a un contributo della biomassa nel 2030 che potrebbe passare da 236 a 255 Mtep con un aumento fino al 210% della quota attuale di mercato.

Saranno soprattutto i residui forestali (41%), i rifiuti (38%) e l’agricoltura (21%), in particolare le coltivazioni agricole, a fornire la materia prima necessaria per raggiungere gli obiettivi fissati al 2030. Tra i paesi in testa nell’uso delle tecnologie di produzione da biomassa ci sono Svezia, Finlandia e Danimarca, seguiti da Francia, Austria e Portogallo nelle quali la fanno da padrone le industrie forestali.

Fonte: Ansa

[facebook_ilike]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.