Amministratore condominio da giugno 2013 obbligatorio corso

condominioDa giugno 2013 entrerà in vigore la nuova norma sugli amministratori, che rende obbligatorio aver frequentato un corso prima di ricoprire la carica.

Per essere amministratore di condominio, ormai, è necessario avere una preparazione corretta e, a tale proposito, sono stati organizzati da ANAMMI, l’Associazione Nazional-europea degli AMMinistratori d’Immobili, alcuni corsi specializzati che avranno luogo in tutta Italia.
La prima città ad inaugurare questa serie di corsi è stata Napoli, dove l’attività formativa ha preso il via il 25 gennaio. Seguono Roma il 7 febbraio, Milano il 18 marzo e Bologna il 19 dello stesso mese. La modalità proposta è quella del corso tradizionale in aula, dalla durata di circa tre mesi. Giuseppe Bica, presidente di ANAMMI, ha dichiarato a proposito: “La vecchia normativa dovrà essere applicata fino a metà giugno tuttavia è indispensabile, vista la complessità delle nuove norme, accelerare la preparazione dei nuovi iscritti. Intendiamo così ribadire l’importanza della formazione, resa obbligatoria dalla riforma da poco approvata”.

I soci dell’Associazione, per esercitare la professione di amministratori, devono  essere in possesso di diploma di scuola secondaria, oltre che di una formazione e aggiornamento professionale e una polizza di responsabilità civile e un codice deontologico.

Bica ha voluto precisare: “Grazie a questi requisiti l’ANAMMI è iscritta, già da due anni, all’Elenco delle Associazioni rappresentative a livello nazionale, presso il ministero della Giustizia, ed è quindi legittimata a formare gli amministratori di condominio”.
Inoltre, la legge 220 del 2013 attribuisce al professionista del condominio nuove e delicate mansioni, chiamandolo non soltanto a gestire il condominio secondo un’ottica manageriale, ma anche a collaborare con le istituzioni in materia di sicurezza e tutela del territorio. “Ecco perché riteniamo che, dall’entrata in vigore della riforma, sarà impossibile barare sulle effettive capacità dell’amministratore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.