Amianto: a 20 anni dalla messa al bando

Dopo vent’anni dall’entrata in vigore della legge 257/92 che mise al bando l’amianto nel nostro Paese, ancora oggi sulla fibra killer si continuano a fare stime senza sapere esattamente quanto e in quali luoghi si trovi. Il CNR ha calcolato che ci sono oltre 32 milioni di tonnellate presenti sul territorio nazionale (prendendo in considerazione però solo le onduline di cemento amianto) mentre secondo i dati elaborati da Legambiente in un dossier, ancora oggi sono in attesa di bonifica circa 50mila edifici pubblici e privati e 100 milioni di metri quadrati strutture in cemento-amianto, a cui vanno aggiunti 600mila metri cubi di amianto friabile.

Nel giorno in cui ricorre il ventennale del bando sull’amianto in Italia, l’associazione ambientalista torna a denunciare il grave ritardo con cui si sta procedendo alla bonifica degli edifici contaminati e a garantire un territorio salubre ai cittadini.

Le Regioni, infatti, secondo quanto previsto dalla legge, avrebbero dovuto predisporre un Piano di censimento, bonifica e smaltimento dopo 180 giorni dall’entrata in vigore del provvedimento, ma nonostante l’urgenza del problema ancora in 4 regioni tale piano è in corso di approvazione (Puglia, Abruzzo, Molise e Calabria). E anche laddove il piano esiste, le azioni che lo dovrebbero seguire, come la mappatura dei manufatti contaminati, difficilmente arrivano.

“Sulla questione amianto da parte dello Stato come delle Regioni – ha dichiarato Stefano Ciafani, vicepresidente di Legambiente – permane un preoccupante immobilismo e anche laddove qualcosa si muove le risorse e le forze investite per risolvere il problema sono sempre troppo poche. E addirittura – spiega Ciafani – rischiano di essere cancellati anche provvedimenti positivi nella lotta all’amianto come l’extra-incentivo di 5 centesimi a kwh, previsto dal quarto conto energia, per chi sostituisce le coperture in eternit con pannelli fotovoltaici. Un provvedimento che ha permesso di realizzare ottimi risultati, come dimostra la campagna di Legambiente e AzzeroCO2 Eternit Free”. Proprio in questi giorni – ricorda Legambiente – si discute del futuro sistema incentivante e dalle prime bozze circolate sui media, è molto probabile che l’extra-incentivo venga eliminato.

“Se la notizia dovesse essere confermata – aggiunge il vicepresidente di Legambiente – verrebbe meno l’unica forma di contributo nazionale che permette di sostenere i costi delle bonifiche, rendendo così più difficile e onerosa l’eliminazione dell’amianto con gravi danni per la salute dei cittadini e per gli operatori del settore delle energie rinnovabili”.

Legambiente, ricorda anche che secondo gli ultimi dati pubblicati dal Registro Nazionale Mesoteliomi istituito presso l’Inail (ex Ispesl) (che dal 1993 censisce il tumore dell’apparato respiratorio strettamente connesso all’inalazione di fibre di amianto) sono oltre 9mila i casi riscontrati fino al 2004, con un esposizione che circa il 70% delle volte è stata professionale. Nessuna regione è esclusa e tra le regioni più colpite ci sono il Piemonte (1.963 casi di mesotelioma maligno), la Liguria (1.246), la Lombardia (1.025), l’Emilia-Romagna (1.007) e il Veneto (856). E si prevede che i casi tenderanno ad aumentare nei prossimi anni.

“Ecco perché – ha aggiunto il vicepresidente di Legambiente – è necessario non perdere altro tempo e intervenire con decisione su tutto il territorio nazionale anziché procedere con azioni a macchia di leopardo, per arrivare presto a concludere il censimento e poi passare alle operazioni di bonifica. E’ inutile dire – conclude Ciafani – che devono essere investite risorse pubbliche che permettano di avviare gli interventi di risanamento insieme alla pianificazione e alla realizzazione di impianti di trattamento e smaltimento dei materiali”.

Fonte: Legambiente

12 commenti

  1. My spouse and I stumbled over here by a different web address and thought I might check things
    out. I like what I see so now i’m following you. Look forward to looking into your
    web page yet again.

  2. I used to be able to find good information from your content.

  3. I’m amazed, I must say. Rarely do I encounter
    a blog that’s both equally educative and engaging, and without a doubt, you have hit the nail on the
    head. The issue is something which too few people are speaking intelligently about.
    I am very happy I found this in my search for something relating to this.

  4. With havin so much written content do you ever run into any issues of plagorism or copyright infringement?My site has a lot of unique content I’ve either created myself or outsourced but it seems a lot of it is popping it up all over the internet without my agreement.Do you know any techniques to help prevent content from being ripped off?I’d definitely appreciate it. asmr 0mniartist

  5. I’m really loving the theme/design of your weblog. Do you ever run into any internet
    browser compatibility issues? A couple of my blog audience have complained about my website not operating
    correctly in Explorer but looks great in Safari.
    Do you have any solutions to help fix this problem?

  6. You made some good points there. I looked on the internet for the subject and found most persons will approve with your blog.

  7. First of all I would like to say superb blog! I had a quick question in which I’d like to ask
    if you do not mind. I was interested to know how you center yourself and clear your mind before writing.
    I have had trouble clearing my thoughts in getting my thoughts out.
    I truly do enjoy writing but it just seems like the first 10 to 15 minutes are wasted simply just trying to
    figure out how to begin. Any suggestions or hints?
    Thank you!

  8. I waѕ recommended this website by means of my cousin. I’m no longeг poѕitivewhether or not thiѕ post is written through him as no one else realize ѕucһspecific approximateⅼy my problem. You arе іncredible!Thanks!

  9. I am sure this post has touched all the internet visitors,
    its really really nice post on building up new website.

  10. Hi! Would you mind if I share your blog with my twitter group?
    There’s a lot of people that I think would really appreciate your content.
    Please let me know. Cheers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.