Appello di Montalbano, ‘Restituite cane a non vedente’

Luca Zingaretti di nuovo in video, ma questa volta per lanciare un appello solidale: chi ha sottratto il cane guida a Tommaso Ferraro, un trentenne non vedente, lo restituisca. Il ”Commissario Montalbano” sposa così la causa di Tommaso, a cui il 21 luglio nella Contrada Giorgo di Montallegro (Agrigento) è stato sottratto il cane guida Alì, un pastore tedesco maschio di 9 anni. Il video è stato diffuso attraverso il sito ambientalista e animalista Il Respiro.

“Per Tommaso, oltre a essere l’amico di una vita, il cane è una cosa importante: i suoi occhi – dice Zingaretti – io prego le persone che hanno preso Alì di restituirlo”. Tommaso è centralinista del Corpo Forestale di Ragusa e, come la sorella gemella, ha perso completamente la vista all’età di 16 anni a causa di una malattia genetica che in precedenza ha colpito anche il fratello maggiore. “I furti di cani e gatti sono assai frequenti in molte regioni italiane e sulla destinazione degli animali esistono varie ipotesi, nessuna purtroppo rassicurante”, afferma Margherita d’Amico, scrittrice e presidente de “La Vita degli Altri onlus”, che attraverso “Il Respiro” sostiene Tommaso.

“Malgrado le leggi nazionali che tutelano gli animali da maltrattamenti e uccisioni, il loro furto, anche quando si tratta di soggetti di affezione, è ancora percepito come la sottrazione di ‘cose’, oggetti, mentre per i proprietari essi rappresentano spesso un valore affettivo profondo. Il furto di un animale – conclude – è sempre un atto molto grave; particolarmente orribile e vile quando va a colpire il rapporto fra un disabile e il suo insostituibile amico e guardiano”.

Alì è un pastore tedesco maschio di 9 anni e da 7 vive in totale simbiosi con Tommaso è scomparso verso le 22 del 21 luglio da un villino in località Montallegro (Agrigento) Contrada Gorgo.  E’ stato addestrato presso il Centro Regionale Helen Keller dell’Unione Italiana Ciechi di Messina, è sterilizzato e il suo numero di microchip è 0977200001555424. Alì ha inoltre un piccolo taglio sull’orecchio destro (gliene manca un minuscolo frammento) e all’interno del medesimo compare un tatuaggio molto sbiadito.

Chi abbia notizie attendibili su Alì può contattare Marco Antonio Molino
Presidente della EOS Cooperativa Sociale ONLUS
338 7009791

[facebook_ilike]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.