Terra Madre Day, uno sguardo sul mondo!


Il 10 dicembre la rete mondiale di Slow Food si unirà per promuovere un cibo buono, pulito e giusto. Contadini di piccola scala, produttori, cuochi, studenti e soci usano la loro creatività e i loro saperi per costruire un futuro del cibo migliore.

Rafforza il legame tra le comunità perchè una vera rivoluzione alimentare globale parte da radici locali. Più di 1150 eventi in 125 paesi nel 2010. Clicca qui per vedere tutti gli eventi registrati a oggi.

Ecco un assaggio di cosa succedera in tutto il mondo il 10 dicembre. Partiamo dall’Italia

A Milano il Day si fa Week! A Milano le celebrazioni per il Terra Madre Day durano una settimana! Da lunedì 12 a sabato 17 dicembre, una settimana fitta di eventi per tutti i gusti, con corsi per imparare a fare il pane, degustazioni, presentazioni di libri e, per finire, l’edizione natalizia del Mercato della Terra in Largo Marinai d’Italia. Clicca qui per scaricare il programma

Pasta Madre Day. A poco meno di due settimane dal 10 dicembre, il Pasta Madre Day è già un successo annunciato. A oggi, sono già 30 i momenti di “spaccio” registrati sul sito della Comunità del Cibo, e parecchi sono in via di definizione. Nei prossimi giorni, dunque, ci si aspetta la pubblicazione di un’altra ondata di eventi, che renderanno il 10 Dicembre 2011 davvero il più grande momento di spaccio collettivo mondiale di pasta madre. Secondo le previsioni degli organizzatori, i 30 eventi registrati finora porteranno alla distribuzione di più di 1.200 “dosi” di lievito, pronto a panificare nelle case di altrettante famiglie italiane. Con gli eventi che verranno pubblicati nelle prossime ore si prevede che questo numero possa più che raddoppiare. Clicca qui per maggiori informazioni – www.pastamadre.net

Venezia. Educazione al gusto rivolta a grandi e piccini alla base di tanti appuntamenti. La Condotta di Venezia si preparerà al Terra Madre Day organizzando per tutta la settimana Laboratori della Terra per bambini e ragazzi, mentre mercoledì 7 presso la Serra dei Giardini verrà allestito un mercato con prodotti dei Presìdi e delle Comunità del cibo.

Europa. Molti appuntamenti sono incentrati sul futuro dell’agricoltura e sul ruolo dei giovani contadini. In Romania esponenti politici, contadini e giovani si confronteranno in due dibattiti pubblici sulla riforma della Pac (Politica Agricola Comune) mentre in Olanda giovani da tutta Europa parteciperanno a una conferenza e a una serie di laboratori ad essi dedicati.

Dagli Stati Uniti alla Gran Bretagna, la rete si sta mobilitando con cene e lotterie di raccolta fondi per la creazione di mille orti in Africa, il progetto più ambizioso di Slow Food per l’anno in corso e l’obiettivo principale del Terra Madre Day. Dal suo lancio, a ottobre 2010, sono stati adottati 400 orti in 25 Paesi africani. Il 10 dicembre, i coordinatori di uno di questi orti in Kenya riuniranno i bambini delle scuole, i loro genitori e le comunità vicine per condividere l’importanza dell’iniziativa. Durante la giornata saranno preparati e offerti piatti a base di colture resistenti alla siccità. Per saperne di più sul progetto Mille orti in Africa.

In Australia, Slow Food Brisbane si concentrerà sulla sicurezza alimentare e la riduzione degli sprechi. Il convivium preparerà una cena con cibo ancora edibile ma non più idoneo alla vendita nei supermercati per portare all’attenzione dei consumatori la grande quantità di prodotti che vengono normalmente buttati via a causa dell’attuale sistema produttivo e distributivo.

Una serie di laboratori sull’agricoltura biologica saranno organizzati in Palestina a Hebron, Betlemme, Ramallah e Jenin per contadini, studenti universitari e ortolani alle prime armi. All’Univerità Al Najah di Nablus e a Tulkarem si terranno incontri simili ma con focus specifico su sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile.

In India, a Mawphlang, nello stato di Meghalaya, un festival sulla gastronomia indigena accenderà i riflettori sulla diversità alimentare della regione. Inoltre sono previsti laboratori di educazione al cibo e seminari a tema indirizzati ai più giovani.

A Figueras, in Spagna, 18 ristoranti aderenti alla campagna Km0, che incoraggia gli chef a utilizzare prodotti locali, parteciperanno a una sfida a colpi di piatti della tradizione locale.

I bambini della scuola di Candelaria, a Cuba, festeggeranno il Terra Madre Day piantando alberi nell’orto scolastico e preparando un pranzo per i contadini della loro comunità.

La manioca, ingrediente nativo del Sud America e diffusissimo nei paesi in via di sviluppo, sarà al centro delle attività di due convivium in Brasile. Scopo delle iniziative è supportare la produzione della farina di manioca, attualmente a rischio a causa di leggi troppo restrittive sulla sua produzione.

Un festival gastronomico sarà dedicato ai meleti di Almaty, in Kazakistan. Le ultime aree boschive in cui cresce la varietà selvatica di mele Sievers si trovano vicino alla cittadina. Negli ultimi 30 anni la superficie di questi boschi è calata del 20% e le mele sono adesso a rischio estinzione. Slow Food gioca un ruolo fondamentale nella protezione di questo patrimonio unico e il Terra Madre Day sarà un’occasione per dare risonanza mondiale a questa mela e al rischio che corre.

Tutto questo e tanto altro lo puoi scoprire su www.slowfood.it/terramadreday

Fonte: slow food

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.