Inquinamento acustico causa crisi accoppiamento uccelli

Cinciallegra
Crisi d’accoppiamento per gli uccelli a causa dell’inquinamento acustico che spinge i maschi a cantare a frequenze piu’ alte rendendo i loro canti d’amore sgraditi alle femmine. Lo dimostra uno studio pubblicato dalla rivista dell’Accademia delle Scienze Americane (Pnas) e condotto nei Paesi Bassi dalla universita’ di Leiden. I ricercatori, guidati da Wouter Halfwerk, hanno studiato i canti di corteggiamento all’alba fra maschi e femmine delle cinciallegre nel Parco Nazionale Dwingelderveld nei Paesi Bassi.


L’esperimento si e’ diviso in due fasi: in un primo momento i ricercatori hanno registrato i canti degli uccelli maschi rivolti alle femmine in ambienti con livelli di rumore diversi e poi dopo la schiusa delle uova hanno condotto test di paternita’ sugli uccellini nati dopo gli accoppiamenti. E’ emerso che i maschi delle cinciallegre che cantano con ‘voce’ piu’ bassa i loro canti di corteggiamento durante il picco di fertilita’ femminile, fanno piu’ colpo sulle femmine. Mentre i canti a frequenze piu’ alti sono sgraditi alle femmine di questa specie.

Secondo gli autori cantare a basse frequenze ha sulle femmine un effetto incoraggiante e stimolante verso accoppiamento.

I maschi che cantano le loro ‘serenate’ alle frequenze piu’ alte, per competere con i disturbi dei rumori urbani, potrebbero essere uditi dalle femmine in modo piu’ netto ma cio’, sottolinea lo studio, sembra avere solo un effetto controproducente sulle femmine.

Fonte: ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.