Frodi: 1 italiano su 2 acquista biologico


Piu’ di un consumatore su due (52 per cento) acquista prodotti biologici in Italia, dove sono quasi 50mila produttori che coltivano il bio su oltre un milione di ettari di terreno.

E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare l’operazione della Guardia di Finanza che ha portato al sequestro di oltre 700 mila tonnellate di prodotti alimentari falsamente biologici, con un giro di fatture false per oltre 200 milioni di euro e sei le persone arrestate.

Il fatturato dei prodotti biologici in Italia negli ultimi dieci anni è triplicato passando da meno di un miliardo di euro del 2000 agli oltre tre miliardi di euro attuali ed è quindi importante non abbassare la guardia sul fronte dei controlli anche alla luce di un aumento del 49 per cento delle importazioni nel 2010.

In controtendenza rispetto al calo dei consumi generale nel 2011 gli acquisti di prodotti alimentari biologici confezionati delle famiglie italiane sono cresciuti dell’11,5 per cento, secondo una analisi Coldiretti su dati Ismea Ac Nielsen relativi al primo quadrimestre del 2011.

Aumenti record – sottolinea la Coldiretti – si registrano per alcuni prodotti come la pasta (+35%), il latte (+32%) e le mozzarelle (+83%) ma anche per i cracker (+54%) e i formaggi freschi e spalmabili che addirittura raddoppiano (+101%).

Dal punto di vista produttivo l’Italia ha la leadership in Europa per numero di operatori certificati impegnati nella filiera dell’agricoltura biologica e resta leader europeo per ettari di superficie coltivati secondo il metodo biologico (escludendo i boschi e i pascoli gestiti in biologico, in cui la Spagna primeggia), secondo i dati del Sinab (Sistema d’informazione nazionale sull’agricoltura Biologica).

Al 1° gennaio del 2011 in Italia gli operatori del settore biologico sono 47.663, in calo dell’1,7%. La superficie interessata, in conversione o interamente convertita ad agricoltura biologica, risulta – conclude la Coldiretti – pari a 111.3742 ettari, con un incremento rispetto all’anno precedente dello 0,6%.

24 commenti

  1. It’s really a great and useful piece of info. I am happy that you just shared this useful information with us. Please keep us up to date like this. Thanks for sharing.

  2. Very interesting information!Perfect just what I was looking for!

  3. Hey very cool website!! Guy .. Excellent .. Wonderful .. I’ll bookmark your site and take the feeds also…I’m satisfied to seek out a lot of helpful info here in the put up, we’d like work out extra techniques in this regard, thanks for sharing.

  4. Rattling nice layout and excellent subject material , very little else we want : D.

  5. I was looking through some of your blog posts on this website and I conceive this web site is real informative! Keep on posting.

  6. I like the efforts you have put in this, appreciate it for all the great content.

  7. I truly appreciate this post. I’ve been looking all over for this! Thank goodness I found it on Bing. You have made my day! Thank you again!

  8. Hello, Neat post. There is an issue along with your web site in internet explorer, might test this… IE still is the marketplace chief and a big part of people will miss your fantastic writing due to this problem.

  9. I really like your writing style, fantastic info, thanks for putting up :D. “All words are pegs to hang ideas on.” by Henry Ward Beecher.

  10. I like this web blog so much, saved to my bookmarks. “Nostalgia isn’t what it used to be.” by Peter De Vries.

  11. I got what you intend, appreciate it for putting up.Woh I am lucky to find this website through google. “I was walking down the street wearing glasses when the prescription ran out.” by Steven Wright.

  12. I genuinely enjoy looking through on this website , it has got wonderful blog posts. “I have a new philosophy. I’m only going to dread one day at a time.” by Charles M. Schulz.

  13. Thank you, I have recently been searching for information about this subject for ages and yours is the greatest I have came upon till now. However, what about the bottom line? Are you certain concerning the supply?|

  14. Do you mind if I quote a couple of your posts as long as I provide credit and sources back to your webpage? My website is in the very same niche as yours and my users would really benefit from some of the information you present here. Please let me know if this ok with you. Regards!|

  15. Oh my goodness! Awesome article dude! Thank you so much, However I am encountering troubles with your RSS.
    I don’t understand why I cannot subscribe to it. Is there anybody else having similar RSS
    issues? Anyone who knows the answer can you kindly respond?
    Thanx!!

  16. I have been browsing online more than 3 hours today, yet I never found any interesting article like yours. It is pretty worth enough for me. Personally, if all site owners and bloggers made good content as you did, the web will be much more useful than ever before.|

  17. I enjoy reading through an article that will make men and women think.
    Also, thank you for allowing me to comment!

  18. Dall’esame di tutti i documenti che interessavano le ditte coinvolte si è accertato che il volume di prodotti con falsa certificazione biologica è meno del 2,5% di quello prospettato dalla GdF, che si riferisce all’intera quantità registrata dalle ditte indagate, che risulta perdipiù frutto anche di fatturazione fittizia: non a caso agli arrestati vengono addebitati i reati di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture e altri documenti inesistenti, la dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici e l’emissione di fatture per operazioni inesistenti.

    Anche il valore dei prodotti accompagnati da certificati falsificati è nettamente inferiore a quello stimato la settimana scorsa: applicando le quotazioni di mercato odierne, arriviamo a fatica a 5 milioni di Euro (contro i 220 milioni di cui s’era parlato: anch’essi sono riferiti al
    volume d’affari complessivo delle società coinvolte, sempre gonfiato da operazioni inesistenti).

    È stato anche accertato che la frode si è protratta da ottobre 2007 ad agosto 2008 e ha riguardato esclusivamente orzo, mais e soia per mangimi, girasole, farro, 2 partite di frumento e delle mele da purea.

    Il perimetro della frode (che innegabilmente c’è stata, ma si palesa più come “frode fiscale” che come “frode biologica”), va assai ridimensionato.

    Ciò non basta a rasserenare le 47.658 aziende perbene e le oltre 300.000 persone che lavorano nel settore biologico italiano (che sono parte lesa e attraverso le loro organizzazioni stanno costituendosi parte civile nel processo), ma dà almeno la dimensione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.