Fieracavalli dal 1898 fiera di razza

1898-2011: 113 anni di storia per una fiera che quest’anno vuole testimoniare la sua leadership in campo allevatoriale.

In soli quattro giorni 2770 esemplari delle oltre 60 razze afferenti a libri genealogici, sono in mostra nell’unica manifestazione europea in grado di dar spazio e voce al mondo degli allevatori, presenti in fiera con tutte le sigle associative italiane e quelle più iportanti a livello europeo.

Dal 3 al 6 novembre a Verona si potrà anche trovare tutto quello che serve per il cavallo e per andare a cavallo: dai prodotti zootecnici e veterinari alle attrezzature per l’equitazione fino all’abbigliamento per il cavaliere.

Sono oltre 35 le associazioni allevatoriali che si trovano ogni anno a Verona e che per questa edizione hanno unito le forze allo scopo di valorizzare il cavallo di razza e l’indotto che ne deriva.
Unica in Europa a dare spazio e voce al mondo degli allevatori, quest’anno vuole ricordare quanto il settore equestre sia importante per il territorio nazionale, legando ad esso l’aspetto culturale e sociale a cui è intrinsecamente connesso.
La manifestazione, costruita in collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, il Ministero della Salute, l’ASSI (ex Unire-Unione nazionale per l’incremento delle razze equine), l’AIA (Associazione Italiana Allevatori), la FEI (Federazione Europea Sport Equestri) e la FISE (Federazione Italiana Sport Equestri), così da rispondere alle diverse richieste degli operatori del settore e dei visitatori, negli ultimi anni ha registrato una crescita senza precedenti, confermata anche per l’edizione 2011: su una superficie complessiva di 350mila metri quadrati, vale a dire l’intero quartiere fieristico, ospita, 700 espositori da 25 Paesi, e attende più di 150 mila visitatori, dei quali il 10 per cento da tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.