DDL Stabilità: vendita terreni Stato spinge crescita


L’accoglimento nel maxiemendamento alla manovra  della  proposta di Coldiretti di vendere le terre pubbliche ai giovani coltivatori è una buona notizia per il Paese e per gli agricoltori. E’ quanto ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel sottolineare si tratta di trecentotrentottomila ettari di terreni agricoli per un valore stimato di 6 miliardi di euro secondo le elaborazioni Coldiretti su dati del censimento dell’agricoltura.

La cessione di questi terreni – ha proseguito Marini – toglie allo Stato il compito improprio di coltivare la terra, rende disponibili risorse per lo sviluppo per le casse pubbliche, ma favorisce la competitività delle imprese e nuova occupazione  in un settore, quello del cibo e del made in Italy, che rappresenta  una leva  straordinaria  su cui poggiare un pezzo importante del nostro futuro.

Fonte: Coldiretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.