Lav scende in piazza per legge contro le pellicce

Una mobilitazione nazionale volta a raccogliere firme per presentare una legge contro le pellicce. E’ l’iniziativa della Lega antivivisezione (Lav), che il 10 e 11 dicembre scenderà in centinaia di piazze italiane per sostenere una nuova campagna in favore degli animali.

Nelle piazze, spiega l’associazione, sarà possibile firmare la petizione a sostegno di una proposta legislativa nazionale che “metta fine all’allevamento, alla cattura in natura e all’uccisione di animali per farne pellicce”. Il Comitato scientifico per il benessere animale della Commissione europea – sottolinea la Lav – già nel 2001 era giunto alla conclusione che l’allevamento in gabbia degli animali da pelliccia risulta gravemente lesivo del loro benessere.

“Eppure le sofferenze continuano: stereotipie comportamentali, cannibalismo e infanticidio sono tra i problemi più frequenti che colpiscono questi animali nelle gabbie”, denuncia l’associazione, mentre “i metodi di uccisione sembrano richiamare un film horror”.

La Lav, dopo aver reso pubblica in Italia un’investigazione che documenta, con foto e video, le violenze delle catture in natura di animali per il mercato della pellicceria, annuncia che nei prossimi giorni diffonderà nuove testimonianze e informazioni “sulle sofferenze inflitte a decine di milioni di animali allevati e uccisi per la loro pelliccia”.

Scopri la piazza più vicina a te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.