Agosto 2 mln di presenze in agriturismo

Oltre 2 milioni  di presenze ad agosto negli agriturismi  italiani che si confermano una meta molto gettonata in alternativa alle piu’ tradizionali vacanze al mare o in montagna. E’ quanto stima la Coldiretti sulla base dei dati dell’associazione agrituristica Terranostra, nel sottolineare che anche la vacanza verde è favorita nel 2011 dalla preferenza accordata ai soggiorni in Italia rispetto all’estero.

A essere preferiti – sottolinea la Coldiretti – sono gli agriturismi localizzati in prossimità delle località turistiche di mare, montagna, lago e anche quelli vicini alle città d’arte perché consentono di conciliare esigenze familiari diverse.

A spingere i turisti nel verde c’e’ sicuramente la volonta’ di allontanarsi dal caos quotidiano delle citta’ e di trascorrere il tempo libero all’aria aperta, ma anche la voglia di gustare i sapori del territorio negli agriturismi dove sono piu’ radicate le tradizioni alimentari ed e’ ancora possibile gustare autentiche specialita’ regionali realizzate con ingredienti genuini e ricette uniche del territorio.

L’enogastronomia è uno degli elementi principali di attrazione per i turisti e l’Italia è l’unico paese al mondo che – sottolinea la Coldiretti – puo’ contare anche sulla leadership europea nella produzione biologica e nell’offerta di prodotti tipici con ben 229 denominazioni di origine riconosciute a livello comunitario e 4606 specialita’ tradizionali censite dalle regioni, mentre sono 509 vini a denominazione di origine controllata (Doc), controllata e garantita (Docg) e a indicazione geografica tipica (331 vini Doc, 59 Docg e 119 Igt).


La tendenza di crescita per la vacanza verde è spinta dai percorsi turistici legati all’enogastronomia con circa 140 strade dei vini e dei sapori lungo le quali assaporare le molteplici tipicita’ del territorio, ma in Italia sono “aperti al pubblico” per acquistare prodotti enogastronomici 63mila frantoi, cantine, malghe e cascine ed anche – continua la Coldiretti – 800 di mercati degli agricoltori di Campagna amica localizzati spesso in prossimità delle località turistiche.

Se la buona tavola è una delle ragioni principali per scegliere l’agriturismo, sono sempre più spesso offerti programmi ricreativi come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking, il rafting mentre in quasi la metà – continua la Coldiretti – ma non mancano attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici. Quasi la metà degli agriturismi inoltre viene incontro anche alle esigenze di chi ama portare con sè gli animali in vacanza.

Su un totale di 19.019 aziende agrituristiche – precisa la Coldiretti – 15.681 offrono alloggio, 9.335 ristorazione, 3.400 degustazioni e ben 10.583 altre attività tra le quali prevalgono quelle escursionistiche, quelle sportive, corsi di degustazione, centri benessere, osservazioni naturalistiche, equitazione trekking e mountain bike. La scelta della destinazione – conclude la Coldiretti – avviene attraverso le guide come Agriturismo 2011, con cd interattivo con atlante stradale e esercizi localizzati ed in misura crescente utilizzando il web dove è attivo il sito www.terranostra.it   che offre la possibilità di valutare sulla base della località, servizi offerti e costi.

Fonte: Coldiretti

[facebook_ilike]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.