Sos geologi, persa 35% acqua potabile


E’ troppa l’acqua che si perde nelle reti idriche, ormai dei veri e propri colabrodo. E nonostante questo nelle metropoli se ne riesce a sciupare ogni giorno fino a 400 litri per abitante, a fronte di una media nazionale di consumo che supera di poco i 200 litri a testa. Questo l’allarme lanciato dal forum sull’acqua ‘Fino all’ultima goccia’, organizzato dal Consiglio nazionale dei geologi a Roma. Si tratta – spiega il presidente Gian Vito Graziano citando dati Istat – di “una dispersione del 35% che ogni anno costa 200 milioni di euro, anche se per le riparazioni delle infrastrutture una stima prevede una spesa che va da 40 a 64 miliardi di euro”.

In Italia si consumano in media tra i 215 e 230 litri pro-capite al giorno (in Europa si va da 30 fino a 600), anche se nelle aree interne della Sicilia si scende a 150 litri a testa. Il 33% non ha accesso in modo sufficiente alla risorsa idrica, mentre il 32,8% non beve l’acqua del rubinetto. La suddivisione dell’uso dell’acqua vede in testa l’agricoltura con il 67%, seguita dall’industria con il 18% e dagli usi domestici con l’8%. Al loro interno l’agricoltura che ‘beve’ di più è quella del nord Italia (80%), appena l’1,4% il centro, e il 4,2% per il sud. Quello che preoccupa, aggiunge Graziano, per le industrie è “l’indirizzo” di sviluppo: adesso consumano circa 5 miliardi di metri cubi ma dovrebbero arrivare a questo ritmo a 13 miliardi. Tra gli usi domestici quello più idrofilo é lo sciaquone del bagno (28% del totale), seguito dall’acqua usata per la pulizia personale (23%) su cui pesa per 1/3 lo spreco del rubinetto aperto lavandosi i denti.

Il presidente Graziano stila poi una classifica delle priorità per il nostro Paese: al primo posto “la difesa del suolo”, poi “la riforma urbanistica” e “i piani di difesa delle acque” contro “l’inquinamento e il ripristino ambientale delle falde” come, per esempio, quella “del fiume Po, la più importante d’Italia, che è totalmente inquinata”.

Nei Paesi che si affacciano sul bacino del Mediterraneo la disponibilità d’acqua arriva al 66% per i Paesi della sponda nord (Italia, Spagna, Francia), al 24% per quelli della sponda est (Turchia, Israele, Cipro) e al 10% per gli stati africani. In tutto il Mediterraneo l’uso maggiore di acqua viene impiegato per l’agricoltura (82%), a seguire l’industria (10%) e gli usi domestici (8%).

13 commenti

  1. Hi, I do think this is a great site. I stumbledupon it 😉 I may revisit once again since i
    have book-marked it. Money and freedom is the greatest way to change, may
    you be rich and continue to guide other people.

  2. This post provides clear idea for the new visitors of blogging, that truly how
    to do running a blog.

  3. Greetings! Very useful advice in this particular article!It is the little changes that make the largest changes.Many thanks for sharing!

  4. Nice post. I was checking constantly this blog
    and I’m impressed! Extremely helpful information specifically
    the last part 🙂 I care for such info a lot. I was seeking this certain info for
    a long time. Thank you and good luck.

  5. Excellent blog here! Also your site loads up fast!
    What web host are you using? Can I get your affiliate link to your host?

    I wish my web site loaded up as quickly as yours lol

  6. Excellent way of explaining, and nice post to obtain data concerning my presentation topic, which i am going to convey in institution ofhigher education.

  7. It’s amazing to visit this web site and reading the views of
    all friends on the topic of this post, while I am also eager of getting experience.

  8. It’s an awesome article in favor of all the online visitors;
    they will take advantage from it I am sure.

  9. Woah! I’m really enjoying the template/theme of this site.
    It’s simple, yet effective. A lot of times it’s very difficult to
    get that “perfect balance” between superb usability and appearance.
    I must say you’ve done a fantastic job with this. In addition, the blog loads very fast for
    me on Firefox. Superb Blog!

  10. Hello i am kavin, its my first occasion to commentinganyplace, when i read this paragraph i thought i couldalso make comment due to this sensible article.

  11. It’s awesome to pay a visit this web page and reading the views of all mates about this post,
    while I am also eager of getting familiarity.

  12. Thank you for the auspicious writeup. It in fact was a amusement account it.Look advanced to far added agreeable from you! By the way, howcould we communicate?

  13. It’s remarkable to visit this site and reading the views of all friends about
    this post, while I am also zealous of getting knowledge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.