Smaltimento pneumatici fuori uso

E’ partita un’iniziativa pilota in Val di Susa, messa in campo da EcoTyre, in collaborazione con la Regione Piemonte, sul ritiro gratuito dei Pneumatici Fuori Uso (PFU) consegnati presso i Centri di Raccolta, per azzerare i costi a carico del Comune e, quindi, della cittadinanza, derivanti dal trasporto e dallo smaltimento di PFU.

In tutta Italia attualmente sono circa 5.000 i punti di raccolta presenti sul territorio presso gommisti e altri centri specializzati e la raccolta mensile e’ stimata in circa 500.000 pezzi pari a 4.000 tonnellate di PFU avviate al corretto riciclo e smaltimento.

Attualmente la normativa italiana ed europea prevedono che sia l’officina a raccogliere gli pneumatici fuori uso nel momento in cui il cittadino si rechi per il cambio gomme.

Subentrano poi i consorzi che si occupano del ritiro e della corretta gestione di PFU. Esiste pero’ una parte di questa speciale tipologia di rifiuto che fuoriesce dal percorso stabilito dalla legge.

”Per un Consorzio come il nostro che gia’ oggi raccoglie circa uno pneumatico al secondo in tutta Italia – ha spiegato Enrico Ambrogio, Presidente di EcoTyre – la salvaguardia dell’ambiente fa parte del lavoro quotidiano. Abbiamo voluto ampliare il nostro impegno attraverso questo primo progetto che, dal momento in cui sara’ operativo, consentira’ da subito di abbattere del 100% i costi di smaltimento degli PFU per i Comuni aderenti. Contiamo. Inoltre, di ridurre del 50% il flusso di rifiuti verso i Centri di Raccolta favorendo la filiera corretta che passa per il cambio gomme presso i gommisti autorizzati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.