Radici del Sud salone sui vitigni autoctoni

radici del sudDal 4 al 9 giugno a Carovigno (Brindisi) il salone del vino dedicato ai vitigni autoctoni del Mezzogiorno per celebrare l’eccellenza del Sud Italia con circa 300 etichette della Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia

I vitigni autoctoni del Mezzogiorno sono protagonisti assoluti della nona edizione di Radici del Sud, il salone che vuole celebrare e premiare le eccellenze del Sud Italia. E quest’anno si sta preparando con tante novità.

Circa 150 cantine – metà pugliesi e le restanti provenienti da Basilicata, Campania, Calabria, e Sicilia –parteciperanno al Salone del Vino di vini meridionali dal 4 al 9 giugno, nello splendido scenario del Resort Masseria Caselli, a Carovigno (Brindisi) a due minuti dal mare.

L’evento, il primo dedicato esclusivamente ai vini del Sud, rappresenta un’importante occasione per le aziende produttrici, per confrontarsi con wine buyer, la stampa nazionale ed internazionale, tutti gli esperti del settore attenti alle novità, gli enocultori e i consumatori.

Un giorno in più rispetto alle precedenti edizioni e un focus particolare per i rosati, non solo pugliesi, ma di tutte le regioni del Sud. Sarà pertanto dedicato maggiore spazio agli incontri btob scelta dovuta per la grande partecipazione da parte delle aziende produttrici e degli operatori del settore internazionali che arriveranno dalla Gran Bretagna, Germania, Svizzera, Russia, Lituania, Colombia, Brasile, USA, Cina, Ungheria e Romania.

Ai vitigni saranno rivolti in modo particolare seminari tematici predisposti durante la loro permanenza al salone e tenuti da illustre personalità di studiosi ed esperti di settore che saranno a disposizione per approfondimenti su annate storiche e sui metodi di coltivazione e vinificazione.

Per due giorni (4-6 giugno) al via gli incontri btob organizzati fra le aziende produttrici e i wine buyer internazionali dove si creeranno, in sale riservate ed accoglienti, momenti di business ma anche di formazione e informazione.

Dal 6 all’8 giugno poi le etichette saranno valutate da due differenti giurie, la prima composta da esperti internazionali e la seconda da esperti italiani, che avranno il compito di identificare i vini più rappresentativi di ogni singolo vitigno. Il wine-tasting si svolgerà rigorosamente alla cieca e con l’assegnazione di un punteggio da parte dei giurati. La premiazione dei migliori vini avverrà pubblicamente solo il 9 giugno, giorno dell’apertura del Salone del Vino al pubblico e agli enoappassionati. Per un intero giorno si potrà degustare nei vari stand allestiti ad hoc i tanti vini del sud, parlare direttamente con il produttore, conoscere aneddoti e le qualità organolettiche. L’evento, inoltre, ospiterà anche eccellenze gastronomiche locali a cui saranno riservati specifici spazi.

Ad arricchire poi la giornata conclusiva ci penseranno le “Isole del Food”, gli spazi tematici dedicati al talento dei migliori chef pugliesi. I maestri dei fornelli stupiranno il pubblico con performance culinarie abbinate alle tante etichette di Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia. Il tutto da gustare e degustare!

http://ivinidiradici.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.