Il borsino dell’agriturismo e dell’offerta territoriale

Si è respirata aria di Sicilia ad AgrieTour 2010, il Salone Nazionale dell’agriturismo svoltosi a metà novembre presso il Centro Affari e Convegni di Arezzo. Sono state 40 le aziende agrituristiche siciliane presenti in fiera, in un’area espositiva di oltre 160 metri quadri, per far conoscere ai numerosi operatori provenienti da tutta Italia ed anche dall’estero il panorama dell’offerta agrituristica e di turismo rurale dell’isola.

Per la prima volta gli assessorati regionali alle risorse agricole e alimentari e del turismo, spettacolo e sport hanno presentato la loro proposta congiuntamente lasciando sbigottiti le altre regioni d’Italia. Caso unico sottolineato dagli organizzatori che, scherzosamente, hanno definito, non a torto, – un vero miracolo reso possibile dalla paura della probabile fine del mondo del 2012-.

A seguire si è ripetuto l’annuale “Borsino dell’offerta agrituristica e territoriale” siciliana, tenutosi presso l’Agriturismo Badiula di Carlentini (SR). Hanno partecipato undici Tour Operator: Italy and Beyond Private Tours Inc., Nedo Donati, Canada; Vacanza Italy, Daniel Rae, Canada; Frank Italia Villen / Frank Immobilien Berlin, Elfriede Frank, Germania; Italia Touristik, Alexander Zeilinger,Germania; Lotti Tour Inc.,  Rie Kikuchi, Giappone; Etruria Travels, Jan Dierick, Olanda; Exotis Viatges, Ramon Enric Tor Cabello,  Spagna; Go Slow Travel, Sara Nilsson, Svezia; Italy In Style Travel, Gerseli Strelniek, Usa; Three Coins Tours, Elizabeth Condelli, Usa; Italian Town And Country, John Ferrari, Usa.

Presenti, inoltre, circa 150 aziende tra agrituristismi e fattorie didattiche che hanno  presentato la loro offerta turistica aziendale. Un’occasione per far conoscere al mondo la Sicilia rurale, ma soprattutto è stata un’esperienza formativa importante per i titolari delle medesime aziende.

Per l’Assessore Regionale alle Risorse Agricole e Alimentari, Elio D’Antrassi, “Si è data la possibilità a tutti gli operatori del settore agrituristico siciliano d’incontrare un gruppo di autorevoli tour operator esteri al fine di far “vivere il territorio” e toccare con mano le possibilità dell’offerta agrituristica della nostra regione. Un’opportunità importante per presentare le proprie offerte incontrando direttamente i rappresentanti della domanda professionale estera”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.