Consiglio ministri: ddl per Lampedusa ‘zona franca’

E’ stato approvato dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, un disegno di legge che contiene misure fiscali a favore di Lampedusa. “Si tratta del primo passo, quello di competenza statale, per consentire la creazione di una zona franca extradoganale nelle isole Pelagie”. In pratica, spiega una nota del ministero, “lo Stato rinuncerà alla sua “quota” (un terzo) dell’Iva pagata a Lampedusa. Analogo provvedimento dovrebbe essere adottato in sede europea e dalla Regione Siciliana, infatti Ue e Regione sono destinatarie degli altri due terzi del gettito IVA”.

Il Governo ha assunto l’impegno di avviare l’iter per la modifica dei due regolamenti comunitari necessari per attivare l’area extradoganale sul territorio comunitario. Analoga iniziativa è stata assunta dal Ministro dell’Ambiente per chiedere alla Regione di rinunciare alla sua “quota” di IVA.


“Con questo disegno di legge – afferma Stefania Prestigiacomo – abbiamo aggiunto un altro tassello al quadro degli interventi a favore di Lampedusa. Siamo convinti che rendere le Pelagie “area extradoganale” rappresenterebbe uno straordinario volano turistico e commerciale. Per questo abbiamo subito messo in campo uno strumento normativo nazionale e sosterremo con forza la nostra richiesta presso l’Unione Europea”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.