Home » Archives by category » Storia e Tradizioni » La Nostra Storia

Sul Grande Terremoto in Sicilia del 1693

Il mese di gennaio ricorda un anniversario doloroso che ha segnato profondamente la fisionomia della parte orientale della Sicilia. L’anno era il 1693. L’11 gennaio. Di annate tristi se ne erano registrate anche prima e certamente, dopo, tra carestie e povertà non andrà meglio. Ma il ‘693 si è impresso in maniera straordinaria nella memoria […]

Nel luglio di sessanta anni fa, nel 1954, Alan Lomax (1915 – 2002), già prestigioso ricercatore e studioso di canti popolari, giungeva, dall’America, in Sicilia, per effettuare una serie di registrazioni: dei canti, dei versi, dei suoni e delle preghiere dei pescatori, dei contadini, dei minatori, insomma delle fonti orali e popolari siciliane più antiche […]

Continue reading …

Il Museo Archeologico “Antonino Salinas” di Palermo ha sede in quella che un tempo fu la Casa conventuale dei Padri della Congregazione dell’Oratorio di S. Filippo Neri detta dell’Olivella, eretta a partire dal 1598 su progetto di Antonio Muttone insieme alla vicina chiesa di S. Ignazio martire. Nel 1866, soppresse le corporazioni religiose e confiscato […]

Continue reading …

Conversando, una sera, con il maestro D’Inessa, ormai ombra fra le ombre, consapevole della sua passione verso il mondo della civiltà contadina, oltre a parlare di pittura, l’ho stimolato a ricordare le fornaci, che un tempo producevano, a Paternò, vari manufatti di argilla tra cui gli orci, indispensabili recipienti per mantenere l’acqua fresca per chi si recava, nella calura estiva, in campagna a svolgere faticosi lavori.

Continue reading …

Le immagini della religiosità barocca e popolare, sontuosa e umile allo stesso tempo, che i siciliani esibivano in piazza e per le vie, nelle feste di Pasqua, con cortei di statue e affollato seguito di fedeli, dai volti commossi e dai gesti pittoreschi, vennero riprese in abbondanza e diffuse in tutt’Italia, dai primi anni ‘30 […]

Continue reading …

Il processo storico e sociale del paese ha dato origine ad un dialetto che ha come base linguistica quella dell’area messinese, ma, allo stesso tempo, ad un dialetto parzialmente galloitalico. Di derivazione galloitalica sono ad esempio: carcaràzza ‘gazza’, jìritu ‘dito’, ecc. Non è presente, invece, la dittongazione tipica del galloitalico: dienti ‘dente’, piettu ‘petto’ e […]

Continue reading …

Nel 1958, all’interno dell’Eni, venne istituito un Ufficio Cinema con lo scopo di documentare e propagandare le attività di ricerca che in tutt’Italia l’Ente andava conducendo alla scoperta di pozzi petroliferi, convinto com’era il suo fondatore, Enrico Mattei, che la penisola ne fosse piena. Così l’Eni incaricò registi importanti e noti per realizzare corto e […]

Continue reading …

La sede era degna dell’evento; il numero dei partecipanti al di là delle più rosee aspettative. L’uditorio attento e commosso, quasi stesse assistendo di persona allo spietato massacro di quasi settanta anni addietro. L’eco del barbaro eccidio, che nel settembre 1943 insanguinò il pittoresco fazzoletto di terra galleggiante nel greco mar (tanto caro a Foscolo) […]

Continue reading …

Sono per lo più memorie di guerre quelle contenute nei diari dei siciliani conservati nel più importante e consistente archivio diaristico nazionale che ha sede ed opera a Pieve Santo Stefano in Toscana, sotto l’ormai pluriennale direzione di Saverio Tutino, che ne è stato, nel 1984, l’ideatore. A scorrere gli abstract che accompagnano titoli e […]

Continue reading …