Astronauta italiano sulla Stazione Spaziale Internazionale

Luca ParmitanoL’astronauta italiano Luca Parmitano, 37 anni, di Paternò in provincia di Catania, ha lasciato la Città delle Stelle (periferia di Mosca) alla volta del cosmodromo di Baikonur, nella steppa del Kazakistan.

Alle 2,31 del 29 maggio (in Italia saranno le 22,31 di martedi’ 28) partirà a bordo della navicella spaziale Soyuz alla volta della Stazione Spaziale Internazionale per la missione denominata “Volare”. Parmitano, in una ristretta cerimonia svoltasi all’interno del centro spaziale intitolato a Yuri Gagarin, ha salutato moglie e figlie per poi recarsi all’aeroporto militare di Chkalovskiy e, a bordo di uno dei velivoli dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, e’ decollato alla volta dell’aeroporto Yubileny di Baikonur.

Presso la base spaziale Parmitano svolgerà gli ultimi preparativi direttamente sulla navicella. Il maggiore dell’Aeronautica Militare ed astronauta di Esa (Agenzia Spaziale Europa) e Asi (Agenzia Spaziale Italiana) è salito a bordo del velivolo dedicato all’equipaggio principale del quale fanno parte anche il comandante della Soyuz TMA-09M, il russo Fyodor Yurchikhin e la statunitense Karen LuJean Nyberg.

Sul secondo aereo l’equipaggio di riserva, il russo Mikhail Tyurin, l’americano Rick Mastracchio e il giapponese Koichi Wakata. Il cosmonauta siciliano, sara’ il primo italiano a effettuare attivita’ extraveicolari previste per i primi di luglio.

La missione di lunga durata terminerà a fine novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.