I Sindaci dei Comuni del costituendo GAL EtnaSud incontrano la Stampa

Presentazione-Stampa-Gal-EtnaSud

Martedì 13 Luglio presso l’aula consiliare dl Comune di Mascalucia è stata presentata alla Stampa  la strategia di sviluppo locale individuata per il  costituendo GAL EtnaSud  presentata nei giorni scorsi  alla Regione per l’approvazione.

Ha aperto i lavori il Sindaco di Mascalucia, Giovanni Leonardi, che ha sottolineato l’estrema sintonia tra le Amministrazioni coinvolte: Camporotondo Etneo, San Pietro Clarenza, Tremestieri Etneo , San Giovanni La Punta  oltre   a Mascalucia che in questa fase assolve il ruolo di capofila. Tutte le Amministrazioni, infatti, hanno deliberato all’unanimità, con i loro Consigli Comunali, l’adesione al costituendo GAL EtnaSud  condividendone  sia lo spirito dell’iniziativa LEADER  che la metodologia utilizzata per definire la strategia di sviluppo da presentare all’Autorità regionale per la sua approvazione.

L’ing Nino Paternò, coordinatore del costituendo GAL EtnaSud, ha poi presentato una sintesi della strategia di sviluppo presentata alla Regione.  Strategia che ruota attorno ai tre ambiti tematici scaturiti dai numerosi incontri avuti con la reatà socio economica del territorio GAL:

– Turismo sostenibile

– Valorizzazione di beni culturali e patrimonio artistico legato al territorio

– Sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali (agro-alimentari, forestali, artigianali, manifatturieri)

La correlazione tra i suddetti ambiti tematici  è evidente. Fa leva sulla posizione strategica che l’area GAL occupa nel Comprensorio. Tale area insiste, infatti, tra l’area metropolitana di Catania e l’Etna con la sua area sottostante. Area metropolitana intesa anche come area di ingresso verso l’Etna. Pertanto il creare momenti di interesse per il flusso che continuamente sale dall’area metropolitana  verso l’area sottostante l’Etna a e l’Etna stessa, significa intercettare un flusso turistico che da Catania sale verso l’Etna. Non trascurabile il flusso di turismo religioso che ruota attorno al Santuario di Mompilieri, al Santuario dei Passionisti ed al Santuario della Madonna della Ravanusa. Pertanto intervenire sul Turismo sostenibile significa creare i presupposti per l’ottimizzazione dei suddetti flussi. Ambito tematico che si collega al secondo individuato: la valorizzazione di beni culturali e patrimonio artistico legato al territorio. Ambito tematico che consentirebbe la piena fruizione dei beni culturali  e del patrimonio artistico legato al territorio stesso. Poiché le realtà sociali ed economiche legate allo sviluppo del territorio necessitano di interventi strettamente correlati al concetto di filiera ecco che scaturisce  il collegamento con l’ultimo ambito tematico: Sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali (agro-alimentari, forestali, artigianali, manifatturieri). Ambito tematico che consentirebbe ai sistemi produttivi locali di fruire al meglio i flussi turistici che interverranno nel territorio. Oltre alle risorse previste dal PSR, la realtà locale ha manifestato il proprio interesse  ad utilizzare diverse azioni del PO FERS Sicilia 2014-2020. Azioni strettamente connesse ai suddetti ambiti  tematici.

Santi Rando, sindaco di Tremestieri Etneo, Emiliano Licandro, in rappresentaza del Comune di San Pietro Clarenza e Givanna Scalia in rappresentanza del Comune di San Giovanni La Punta, con i loro interventi. hanno sottolineato la necessità di operare con  il massimo di sinergia e coordinamento di tutte le forze a disposizione perché il Gal EtnaSud diventi un volano per lo sviluppo territoriale, fornendo idee, mettendo ad economia ciò che già esiste nel territorio, come chiese, parchi, aree mercatali a chilometro zero, siti archeologici e naturalistici, manufatti rurali come le torrette in pietra o le antiche trazzere, così da  intercettare le migliaia di presenze turistiche che transitano nell’area. Nel secolo scorso l’area era infatti meta di villeggiatura, per la posizione strategica alle falde dell’Etna e la salubrità dei luoghi, anche per turisti stranieri illustri come Goethe, Washington Irving ecc. Un idea diversa di sviluppo deve imporsi per evitare che si vada a finire nell’effimera economia dei centri commerciali ovvero pochissimi posti di lavoro proletarizzazione e precarizzazione del lavoro, ma lavoro vero ed espressione delle specificità del territorio.