Rio+20: greenpeace raduna star per difesa Polo Nord

Greenpeace chiama a raccolta attori di Hollywood, rock star, ambientalisti e imprenditori per chiedere la creazione di un santuario globale attorno al Polo Nord. Dal summit di Rio de Janeiro, Rio+20, l’associazione dell’arcobaleno lancia una grande campagna in difesa dell’Artico: a sostenerla anche Paul McCartney, Penelope Cruz, Robert Redford, la boy band One direction, Sir Richard Branson (patron della Virgin), Pedro Almodovar, Thom Yorke (dei Radiohead), Javier Bardem.

Questa mattina si sono simbolicamente ribellati gli orsi polari, animati dai volantoria di Greenpeace, in tutto il mondo: erano alla grande muraglia cinese e al Taj Mahal, a Piazza San Pietro, a Rio c’era l’orso polare più grande al mondo (una mongolfiera di 12 metri) di fronte alla statua del Cristo Redentore.

Alla base della richiesta di Greenpeace, proteggere l’area intorno al Polo e proibirne l’inquinamento con il bando delle attività di estrazione offshore e i metodi di pesca distruttivi dalle acque artiche. I nomi delle prime star saranno inseriti in una capsula artica e quando si arriverà a un milione, Greenpeace partirà per deporla sul fondale del Polo Nord, a una profondità di 4 km dal ghiaccio artico. Sul luogo sarà posizionata una ‘Bandiera per il futuro’ disegnata dai bambini. “L’Artico – afferma Kumi Naidoo, direttore esecutivo di Greenpeace international – è sotto attacco e ha bisogno che in tutto il mondo le persone facciano sentire la propria voce per difenderlo”.

Sito: www.savethearctic.org

notizie correlate:

29 Ottobre Giornata di mobilitazione contro il carbone
Durban: le richieste di Greenpeace al ministro Clini
Enel chiede di oscurare un sito Greenpeace
Greenpeace: Orso polare cerca casa
Greenpeace a Palermo contro trivellazioni