Italia nel gelo, prima neve a Roma

03 Febbraio 2012. Prima neve a Roma. Fiocchi questa mattina sono caduti, senza attecchire, nellazona di Monteverde, a Roma. Mentre, nella notte, come fa sapere la Protezione civile del Campidoglio, nella zona Nord di Roma il deposito in terra ha raggiunto i 5 cm e, successivamente, nel quadrante Nord-Est della città sono stati registrati depositi di 3 cm.

In particolare le zone interessate dalle nevicate sono: Cassia, Pietralata, Casilina, Tor Bella Monaca, Tor Vergata, Prenestina, Tiburtina, Cinecittà, Quadraro.

A partire dalla tarda serata di ieri, le unità operative della Protezione civile del Campidoglio hanno effettuato interventi di salatura, in particolare, nelle strade di Roma Nord/Nord-Est mentre all’alba di questa mattina sono stati ulteriormente bonificati gli accessi agli ospedali: Policlinico Torvergata, Policlinico Casilino, Ospedale Sandro Pertini, Policlinico Umberto I.

La Polizia Roma Capitale sta pattugliando di continuo i quadranti interessati dalle precipitazioni nevose per le necessarie attività di sorveglianza e fluidificazione del traffico; questa notte non sono stati registrati disagi alla circolazione stradale. La task-force del volontariato di Protezione civile e le unità del Servizio Giardini impegnate nelle attività di monitoraggio non hanno evidenziato particolari disagi per i cittadini. Il servizio sull’intera rete metroferroviaria (metropolitane e ferrovie urbane) e di superficie (bus, tram e filobus) al momento è regolare.

Abbondanti nevicate si stanno verificando ad Anguillara Sabazia, in provincia di Roma. Già durante la notte la neve era caduta nella cittadina laziale, lasciando a terra accumuli di alcuni centimetri.

Da Nord a Sud si registrano disagi alla circolazione a causa delle neve. Dopo il caos treni di ieri migliora però la situazione della circolazione ferroviaria. Alle ore 8 tutte le linee sono aperte e la rete ferroviaria non mostra particolari criticità fatta eccezione per Lombardia, in seguito al furto di materiale tecnico in rame a Milano Rogoredo; Romagna e nodo di Bologna, zone ancora interessate da temperature molto rigide; e nel Lazio per una nevicata abbondante sulla linea Roma-Cassino.

“I treni – si legge in una nota di Fs – circolano secondo quanto previsto dai Piani neve, quindi con riduzione di velocità e limitazione del numero delle corse. Come detto la programmazione dei treni secondo i Piani neve è consultabile su www.trenitalia.com e www.fsnews.it. Nessuna criticità per la linea alta velocita’ Torino-Milano-Roma-Napoli”.

Maltempo e neve non bloccano neanche il traffico aereo: fatta eccezione per l’aeroporto di Forlì, che salvo peggioramenti delle condizioni meteo resterà chiuso fino alle 18.00 di oggi pomeriggio, gli altri scali sono al momento tutti operativi. Come si apprende dall’Enac, anche gli aeroporti di Fiumicino e di Firenze, nonostante il vento forte, sono regolarmente attivi.

Nel senese sono “ancora un migliaio le famiglie, le utenze senza corrente elettrica”. Lo afferma l’assessore provinciale alla Protezione civile di Siena, Alessandro Pinciani. Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini. ”Ci sono punti nella nostra provincia in cui, a distanza di 48 ore, non è tornata l’energia elettrica – ha detto stamane Bezzini intervistato da Antenna Radio Esse – soprattutto in Val di Merse, nel Chianti, nella zona sud della provincia. E questo è grave. Capisco le difficoltà, ma ci sono persone che da 48 ore sono senza energia elettrica. Enel ci deve delle risposte, nei prossimi giorni ne riparleremo”.

Temperature al di sotto dello zero in tutto il territorio provinciale di Firenze. Le minime sono state registrate al Passo del Giogo, nel comune di Scarperia, a 882 metri, e a Monte di Fo’, nel comune di Barberino del Mugello a 780 metri (-10.4°C e -10.2°C). Non si registrano particolari criticità sulla viabilità ad eccezione di alcuni tratti ghiacciati a causa della neve portata sulla sede stradale dal forte vento. E’ quanto si legge in una nota della protezione civile della Provincia di Firenze.

Passate le abbondanti nevicate, arriva il freddo polare in Piemonte dove questa notte la temperatura ha sfiorato i -30 gradi alla Capanna Margherita sul Monte Rosa, a 4560 metri. Temperature di molto sotto lo zero anche sulle montagne nelle altre province: – 22,6 all’Alpe Devero, nel verbano, – 22,4 gradi a Sauze di Cesana, nel torinese e -21,6 gradi al Colle dell’Agnello in provincia di Cuneo. Anche in città le temperature sono scese drasticamente.

A Torino, passata la precipitazione nevosa, questa mattina alle 8.00 la temperatura registrata in città era di – 7,1 gradi. Non sono segnalate particolari criticità sulle strade a grande scorrimento: libere tangenziali e autostrade. In città si registra ancora qualche problema sulla viabilità secondaria e i mezzi dell’Amiat continuano le operazioni di pulizia delle strade. Oggi nel capoluogo piemontese scuole, asili nido e centri per disabili sono aperti regolarmente.

Fonte: Adnkronos

notizie correlate:

Allarme maltempo per vendemmia 2011
Roma Capitale conquistata dal radicchio trevigiano
Maltempo: persistenza di nevicate sulle regioni centro-settentrionali
Neve, Abruzzo dichiara stato emergenza
Freddo record in Alto Adige, -22°C