Giornata nazionale dell’agriturismo

agriturismo

Al via l’ottava edizione della “Giornata nazionale dell’agriturismo” promossa da Turismo Verde, l’associazione nazionale agrituristica della Cia-Confederazione italiana agricoltori, che domenica 23 marzo inaugura la stagione con aperture ed eventi speciali nelle strutture ricettive aderenti all’iniziativa.

Verranno proposti sconti, itinerari culturali, degustazioni guidate e presentazioni di servizi innovativi in azienda. In particolare, questa edizione sara’ dedicata alle iniziative di successo adottate da molti operatori agrituristici per contrastare la persistente crisi economica. Pianoforti e chitarre negli spazi comuni e rassegne di pittura e scultura. Nuove idee per gli agri-turisti, che cambiano identikit: aumentano i single (+5%) e chi cerca su Internet (il 37%). Il cibo resta fondamentale nella scelta per il 39%.

Identikit dell’ospite. Mentre, da una parte, tiene lo “zoccolo duro” della clientela di famiglie con bambini che cercano relax, cibi genuini e garantiti e contatto con la natura e gli animali, dall’altra crescono le prenotazioni di single che cercano nell’agriturismo benessere, arte e musica.

Sono molti gli agriturismi – spiega Turismo Verde Cia – che hanno scelto di dedicare gli ambienti comuni della struttura ad aree di lettura, in alcuni casi si mettono a disposizione degli ospiti strumenti musicali, in particolare chitarre e pianoforti.

Tutte idee per rendere più attrattivo l’agriturismo e far crescere cosi’ il reddito aziendale in tempo di crisi, anche con l’offerta di attività ludico-didattiche per i bambini e sociali per i disabili (es. l’ippoterapia), senza dimenticare il relax con i corsi di yoga e aree “wellness” come le migliori Spa.

Riassumendo i numeri connessi all’agriturismo – sottolinea Turismo Verde Cia – sono circa il 37% quelli che scoprono il “loro” agriturismo da Internet; le offerte “low-cost” sono cresciute del 30% nell’anno; l’80% degli ospiti ha un’età compresa tra i 28 e i 50 anni ma il numero dei sigle è cresciuto di oltre il 5% negli ultimi 10 anni; oltre il 20% dei clienti chiede servizi legati al benessere e al “wellness”. In dieci anni +57% agriturismi, la metà al Nord.

In Italia le aziende agrituristiche sono in costante crescita. Oggi sono 20.474, soltanto nel 2003 erano 13 mila.
L’attività agrituristica è relativamente più concentrata nel Nord del Paese, dove si rilevano il 46,7% delle aziende; seguono il Centro (34,6%) e il Sud (18,7%).

A livello regionale – osserva Turismo Verde Cia – la Toscana e il Trentino Alto Adige, rispettivamente con 4.185 aziende e 3.391 aziende, si confermano i territori in cui l’ospitalità “agricola” risulta più radicata.

Più di un agriturismo su tre è a conduzione femminile.

notizie correlate:

AgrieTour: 6° rassegna nazionale dell'agriturismo
Agriturismo in Sicilia ecco i numeri
Per l’agriturismo una estate da dimenticare
Agriturismo in Sicilia report 2011
Agriturismoinfiera, il gran ritorno della fattoria in città