Frutta e verdura, meglio regalarla che svenderla!

Venerdì 5 agosto alle 10,00  a Roma in piazza dei Santi Apostoli, per la prima volta i produttori di pomodori, peperoni, melanzane, angurie e pesche insieme si mobilitano per difendere il primato della frutta e verdura Made in Italy messo a rischio da una crisi senza precedenti.

La situazione è talmente grave che gli agricoltori preferiscono regalare i propri prodotti di qualità piuttosto che svenderli a pochi centesimi.

Venerdì 5 agosto in piazza Santi Apostoli a Roma saranno distribuiti oltre 100 quintali di pomodori, peperoni, melanzane, angurie e meloni. Con l’occasione verrà realizzata una esposizione dei principali prodotti ortofrutticoli con l’indicazione dei prezzi pagati ai produttori agricoli e quelli che il consumatore deve sborsare per approvvigionarsi di alimenti particolarmente necessari nella stagione calda. 


Gli agricoltori sono costretti a vendere 10 chili di cocomeri per poter acquistare una tazzina di caffè al bar per effetto del crollo dei prezzi in campagna che ha messo in crisi le imprese agricole senza peraltro avvantaggiare i consumatori ai quali la frutta viene venduta con ricarichi anche oltre il 500 per cento.

L’iniziativa nella capitale sarà accompagnata lo stesso giorno, venerdì 5 agosto, da mobilitazioni sul territorio come sulla spiaggia di Margherita di Savoia, in provincia di Foggia, dove in piazza Libertà dalle 9,30 si svolge l’iniziativa “Peaches on the beaches” ovvero “Pesche sulle spiagge”, con la distribuzione gratuita di 5 quintali di pesche e nettarine ai numerosi bagnanti.

Fonte: Coldiretti

[facebook_ilike]

notizie correlate:

Export italiano dimezzato nei mesi di rivolta in Libia
Roma Capitale conquistata dal radicchio trevigiano
Come difendere l’olio extravergine made in Italy
Il 27 Gennaio 2012 si celebra il "Giorno della Memoria"
L'alleanza per il Made in Italy scende in piazza