Fotovoltaico, fatturato e posti lavoro dimezzati in 2 anni

fotovoltaico

Negli ultimi due anni, dal 2011 al 2013, il settore fotovoltaico italiano ha visto dimezzarsi il fatturato e i posti di lavoro, diminuiti di 8mila unità. Lo rende noto Anie/Gifi (Confindustria), che durante l’incontro con il Consorzio delle banche popolari ha presentato un’indagine condotta fra le 165 aziende associate.

Dallo studio emerge anche come nei primi nove mesi del 2013 nell’industria fotovoltaica italiana le ore medie di ricorso alla Cig siano più che raddoppiate rispetto al 2012, portando a quasi 4.000 il numero di dipendenti in cassa integrazione nel 2013. La riduzione delle commesse per le aziende e degli investimenti da parte degli utenti finali, insieme all’aumento della cassa integrazione, ”sono un danno anche per le casse dello Stato”, sottolinea Anie/Gifi.

”Il settore del fotovoltaico non ha bisogno di ulteriori incentivi, ma di un sistema di detrazioni fiscali esteso alle aziende che favorisca l’autoproduzione di energia da fonte rinnovabile e permetta la diffusione dei sistemi di accumulo e delle tecnologie per le smart grid”, dichiara il presidente di Anie/Gifi Emilio Cremona. ”Con l’istituzione di un sistema di finanziamento agevolato, anche abbinato allo smaltimento dell’amianto, il ritorno economico di un investimento nel fotovoltaico sarebbe sicuramente vantaggioso e si eviterebbero oneri passivi per la comunità”.