Etna il primo parossismo del 2012


Nelle ore mattutine del 5 gennaio 2012 il Nuovo Cratere di Sud-Est dell’Etna ha prodotto un nuovo episodio eruttivo parossistico, dopo un intervallo di quiete di 50 giorni (l’episodio precedente era avvenuto il 15 novembre 2011).

L’evento, che è stato preceduto da diverse ore di deboli esplosioni stromboliane all’interno del cratere, ha ripetuto in molti dettagli gli episodi precedenti (cioè, fontane di lava da diverse bocche all’interno del cratere nonché sui fianchi sud-orientale e settentrionale, emissione di colate laviche sia verso sud-est sia verso nord-est, generazione di una colonna di gas e cenere alta diversi km).

Inoltre, l’intensa ricaduta di materiale piroclastico sui fianchi del cono ha generato dei piccoli flussi piroclastici, che hanno invaso terreni coperti di neve, provocando violente interazioni esplosive. La ricaduta di cenere e lapilli ha interessato maggiormente il settore meridionale del vulcano.

Fonte INGV Sezione di Catania

notizie correlate:

Etna situazione al 29 Agosto 2011
Etna eruzione 4 Marzo 2012
Land art, un occhio ciclopico ai piedi dell'Etna
Etna nuova attività eruttiva 12 Aprile 2012
Etna: nuova attività stromboliana