Consumo caffè in Europa: 1° finlandesi, 7° italiani

L’Italia e’ al settimo posto in Europa per il consumo di caffè con 5,77 kg pro-capite all’anno nella classifica che vede al primo posto la Finlandia (10,58 kg), seguita da Danimarca (9,99 kg) e Olanda (9,85).

Sono i dati del 2011 (fonte Coffitalia, annuario 2011/2012) diffusi in occasione della presentazione di Pausa Caffe’, il primo festival italiano dedicato alla cultura del caffe’ che si terra’ il 7 e l’8 giugno, alla biblioteca delle Oblate di Firenze, organizzato da Francesco Sanapo, campione italiano di caffetteria e dalla Cooperativa Archeologia.

Tra gli eventi speciali il festival presentera’ il primo campionato italiano di Latte Soyart (tecnica artistica di decorazione del cappuccino) e la finale italiana del 5/o campionato di assaggiatori di caffe’ (Cup Tasters). Il programma prevede incontri, proiezioni cinematografiche, degustazioni, pranzi e cene dedicate alla bevanda nera ”piu’ apprezzata al mondo dopo l’acqua – si ricorda in una nota – con un consumo mondiale che raggiunge ogni anno i 5,9 milioni di tonnellate, seconda dopo il petrolio come commodity piu’ trattata sui mercati finanziari”.

”Il caffe’ – ha detto Sanapo – e’ piu’ famoso e trattato come materia di studio all’estero che in Italia. Per questo ho pensato di organizzare una due giorni per fare il punto e creare un appuntamento annuale. Pensate che la parola italiana caffe’ e’ utilizzata in 70 paesi del nostro pianeta”. ”Ogni anno in Italia – ha aggiunto – vengono consumati 3,4 miliardi di espresso, serviti in oltre 200.000 bar disseminati lungo tutta la Penisola”.

Tra i dati diffusi, che saranno poi trattati e spiegati durante le tavole rotonde del festival, alcune curiosita’ sulle abitudini degli italiani: gli uomini bevono piu’ caffe’ delle donne (1,7 tazze al giorno contro 1,5); l’81,1% dei bevitori si gusta fino a tre caffe’ al giorno; il 57% del caffe’ e’ consumato a colazione, il 34% tra i pasti ed il 13% fuori pasto e il 22,2% degli italiani consuma almeno una tazzina quotidiana al bar.