29° Edizione della Fiera del Tartufo e del Miele

tartufi

Come ogni anno, l’ultima domenica di novembre, Casteggio (PV) diviene capitale del prestigioso tubero. La 29° edizione della Fiera del Tartufo e del Miele, la più antica in assoluto in Oltrepo Pavese dedicata a questo prezioso tubero, si svolgerà come consuetudine nell’Area Fieristica Truffi, completamente ristrutturata e rinnovata, ed avrà a disposizione tutti i padiglioni fieristici, affermando così sempre più la centralità di Casteggio e di ExpOltrepo – questo il nome del rinnovato complesso – come punto fieristico dell’Oltrepo Pavese e della provincia di Pavia.

Clastidium Lavora, dopo aver curato l’organizzazione di Oltrevini 2013, è ancora impegnata nell’organizzazione della Fiera del Tartufo e del Miele, con il supporto, mai mancato dell’A.R.T.O.P. – Associazione Ricercatori di Tartufo dell’Oltrepo Pavese – che con la presenza dei soci proporrà al pubblico il tartufo, diamante della cucina nazionale ed internazionale. Inoltre A.R.T.O.P. in collaborazione con Slow Food condotta Oltrepo Pavese, durante la giornata organizza delle “degustazioni didattiche” legate al prestigioso tubero; degustazioni che oltre ad avere un carattere eno-gastronomico vogliono essere anche un modo simpatico per informare sulle varie tipologie di tartufi, sulle tecniche di addestramento dei cani e sulle metodologie per una corretta conservazione.

Il tartufo, tipico prodotto autunnale, presente nella varietà nero nella zona pedemontana dell’Oltrepo Pavese e nella più pregiata varietà bianco, nella zona rivierasca del Grande Fiume Po sarà presentato direttamente dai tartufai che saranno ben lieti di proporre i tartufi appena “scoperti”, di svelare piccoli segreti per la conservazione, inebriandosi così di quel classico e penetrante profumo che dona alle cucine di ristoranti e dimore private quella “magica aria afrodisiaca” che il tartufo ispira a tutti i suoi estimatori. Ma domenica 24 novembre non saranno solo i tartufi i protagonisti; prima di tutto il miele con i suoi produttori biologici e poi il salame di Varzi, gli insaccati, i formaggi, i dolci, le conserve, il vino ed una piccola area dedicata all’artigianato e ai regali di Natale.

Durante tutta la giornata sarà possibile, per il pubblico, degustare i prodotti presenti in fiera, acquistabili direttamente dagli espositori, accomodandosi in compagnia in una zona predisposta con tavoli e sedie a disposizione dei visitatori in una logica di ristorante a KM. 0.